il commissario Daniele Lo Presti

Taormina. Ad un mese e mezzo di distanza dal passaggio a comando alla Polizia municipale di Messina, spuntano clamorosi e sempre più insistenti rumors di un ritorno del Commissario Daniele Lo Presti a Taormina. L’ex vicecomandante della Polizia locale di Taormina si è trasferito dal 1 novembre scorso nella Città dello Stretto per motivi personali e nello specifico per esigenze familiari. La permanenza di Lo Presti a Messina, già allo stato attuale prevista in termini formali per un anno e pertanto con un carattere di provvisorietà, potrebbe non avere ulteriore prosecuzione e addirittura non si esclude un rientro a Taormina prima ancora della scadenza dei 12 mesi dell’istituto di comando del quale l’ufficiale di polizia si è avvalso.

L’esperienza a Messina. “Il mio incarico a Messina, avvenuto tramite l’istituto di comando – afferma Lo Presti -, scadrà a novembre 2020. Posso dire che al momento non ci sono motivazioni affinché debba interromperlo prima del tempo. A Messina sto trovando un ambiente ottimale e anche stimolante dal punto di vista lavorativo. Il ritorno a Taormina, nell’atto esitato, è comunque previsto, a novembre 2020, come già concordato con il sindaco Bolognari all’atto del rilascio del nulla osta”.

La telefonata. Poi Lo Presti, che al momento nella Polizia municipale di Messina sta svolgendo il ruolo di Comandante della Sezione Operativa Territoriale e si sta già facendo apprezzare con la medesima operatività mostrata a Taormina, aggiunge: “Se il sindaco di Taormina, prof. Bolognari, dovesse decidere di contattarmi, rappresentandomi un’adeguata proposta professionale potrei valutare l’opportunità di interrompere anche prima del tempo il comando a Messina”. Porte più che aperte ad un ritorno che, di fatto, è già in previsione. Alcune voci di palazzo hanno ipotizzato un clamoroso annullamento del provvedimento di comando, che alla fine non ci sarà per una serie di motivi mentre è verosimile che qualcosa si muoverà già nei primi mesi del 2020. Lo Presti ha la stima di Cateno De Luca ma bisognerà capire se a Messina gli verrà proposto ruolo di ulteriore responsabilità, in assenza del quale entrerà nel definitivo ordine di idee di fare ritorno a Taormina, dove in futuro potrebbe assumere il ruolo di Comandante attualmente ricoperto da Agostino Pappalardo.

Emergenza a Taormina. Sono concrete, quindi, le possibilità di un rientro di Lo Presti a Taormina, resta da capire se ciò avverrà a fine 2020 o se prima ancora. La situazione della Polizia locale di Taormina è ormai nota, con l’organico ridotto ai minimi storici e un’emergenza aggravata anche dalla recente uscita di scena dello stesso Lo Presti. Non a caso si erano accese delle polemiche sull’opportunità che gli sia stato concesso il nulla osta a lasciare Taormina, con il diretto interessato che ha dovuto chiarire di aver chiesto il comando per “esigenze familiari non procrastinabili”.

© Riproduzione Riservata

Commenti