l'ex mattatoio di Taormina

Il Comune di Taormina ha avviato la procedura per l’affidamento ad una ditta incaricata, da individuare tramite il Mepa, dei lavori per “la riqualificazione e messa in sicurezza dell’area dell’ex mattatoio a pertinenza dell’Istituto comprensivo “Ugo Foscolo”.

La procedura. Già il 21 ottobre scorso la Giunta aveva approvato il progetto e il 21 novembre è arrivato anche il placet del Consiglio comunale, con il contestuale chiarimento definitivo, in termini tecnici ed economici, sulla posizione del bene che dovrà essere demolito da qui a breve e che ancora figurava sin qui nel piano delle alienazioni dei beni comunali e ancor prima nel piano di riequilibrio finanziario. Il Comune ha ottenuto un finanziamento di 90 mila euro e consentirà l’efficientamento energetico dell’area, che necessiterà di un nuovo impianto di illuminazione nell’ambito della riqualificazione prevista.

I lavori a gennaio. Il vecchio mattatoio consegnato da oltre 30 anni al degrado e all’abbandono più totale sta per essere buttato giù e la demolizione scatterà dopo le imminenti festività, nel mese di gennaio. A quel punto il piazzale Cacciola (via dietro Cappuccini) sarà liberato dall’ingombrante sagoma del complesso fatiscente e verrà messo a disposizione della scuola, che si trova proprio accanto. Nei mesi estivi invece il piazzale potrebbe essere utilizzato come parcheggio quando Taormina fa registrare il gran pienone in città a luglio e agosto. Ma l’area che verrà liberata dall’ex mattatoio sarà soprattutto posta a disposizione del Piano comunale di Protezione Civile come punto di raduno per la popolazione se dovessero mai esserci delle calamità naturali.

© Riproduzione Riservata

Commenti