piazza Duomo durante il carico e scarico

Il Comune di Taormina stringe i tempi verso l’Operazione Ultimo Miglio, atto secondo, in vista cioè dell’entrata in vigore delle nuove disposizioni sul carico e scarico che dal 2020 prevederanno la possibilità di transito sul Corso Umberto per il rifornimento merci alle attività commerciali soltanto ai mezzi elettrici, nell’ottica quindi di strategia “green” contro l’inquinamento ma anche e soprattutto per cercare di razionalizzare la situazione in termini di viabilità e circolazione a fronte del caos quotidiano che interessano il “salotto” della città da tanti anni a questa parte.

Il faccia a faccia. Per questo l’assessore al Commercio, Andrea Carpita, ha convocato per la giornata del 12 dicembre a Palazzo dei Giurati le ditte che effettuano ogni giorno i servizi di carico e scarico a Taormina. In tale occasione verranno rese note, e quindi ufficializzate, le intenzioni del Comune di Taormina. “Vogliamo avviare questa iniziativa dal mese di aprile 2020 e nel frattempo le ditte avranno modo di attrezzarsi e dotarsi dei mezzi elettrici, al posto di quelli utilizzati sinora”, ha evidenziato Carpita. “Avevamo già anticipato in una prima riunione svoltasi la scorsa estate, alle ditte la volontà da parte dell’Amministrazione di andare in questa direzione e adesso andremo a confermare questa strategia, con i relativi dettagli”. Nel nuovo anno, dovrebbe quindi essere emessa poi un’ordinanza da parte del sindaco che rimodulerà i termini del servizio. Il carico e scarico al momento viene svolto dalle ore 5 alle 9 del mattino.

Il piano. Nelle intenzioni del Comune il punto di riferimento sarà la terrazza del parcheggio Porta Catania, dove verrà posizionata una colonnina per ricaricare i mezzi elettrici. Si intende puntare sull’operazione “Ultimo Miglio”, che la scorsa estate aveva provato a lanciare Asm, ed il cui avviso pubblico allora andò però deserto. Quest’ultima iniziativa aveva prospettato un servizio da espletare esclusivamente con l’utilizzo di mezzi ecologici.

L’ultimo miglio. Da qui la definizione della cosiddetta “logistica dell’ultimo miglio”, ovvero la consegna della merce all’utilizzatore finale, dove cresce l’e-commerce ed il commercio per corrispondenza. In quella occasione non c’erano stati, tuttavia, operatori interessati a proporre un servizio dedito anche a decongestionare il “salotto” di Taormina dal traffico di mezzi a motore per puntare invece su mezzi non inquinanti.

© Riproduzione Riservata

Commenti