mozziconi a terra

“Striscia la Notizia”, il tg satirico di Canale 5 ha lanciato la campagna nazionale contro il diffuso malcostume di gettare per strada i mozziconi di sigaretta, uno dei rifiuti più inquinanti al mondo. L’iniziativa è rivolta a tutti i Comuni italiani che intendono firmare un accordo per contrastare la cattiva abitudine di tanti cittadini fumatori, che ogni giorno, ovunque e a tutte le ore, gettano dei mozziconi di sigaretta nelle strade. Si tratta, insomma, di una campagna improntata sul senso civico e sulla buona educazione, sanzionando con le multe i trasgressori.

La legge “sconosciuta”. In Italia si fumano 72 miliardi di sigarette ogni anno e due terzi – 48 miliardi – finiscono per terra ed ogni singolo mozzicone contiene 4 mila sostanze tossiche, che se lanciate al suolo possono inquinare qualsiasi superficie dove si deposita.  Dal 2015 – forse non tutti lo sanno – ma nel nostro Paese esiste una normativa che vieta a tutti di gettare le sigarette a terra e c’è una multa per i trasgressori che varia dai 60 ai 300 euro ma in Italia, nei fatti, quasi nessun Comune fa rispettare questa normativa. Adesso è scattata l’operazione “No Mozziconi a Terra”, lanciata da Striscia la Notizia.

Striscia “chiama” Taormina. Chissà se anche il Comune di Taormina deciderà di aderire a questa apprezzabile campagna di buona volontà contro l’inquinamento “silenzioso” che affligge anche il nostro territorio, con i mozziconi che vengono buttati per strada e spesso anche nei monumenti e nei luoghi più belli della città. Ne guadagnerebbe certamente l’ambiente e anche il Comune stesso, visto il numero di potenziali trasgressori che potrebbero essere multati e i proventi che introiterebbe Palazzo dei Giurati.

© Riproduzione Riservata

Commenti