Taormina, Corso Umberto
le operazioni di consegna in Corso Umberto

“Dal prossimo anno si potrà accedere al Corso Umberto per effettuare il carico e scarico soltanto con i mezzi elettrici. Chi sarà sprovvisto di questi mezzi non avrà nessuna possibilità di entrare sul Corso”. Lo ha reso noto ieri l’assessore al Commercio, Andrea Carpita che annuncia così la ”rivoluzione” in vista per le operazioni di rifornitura merci per le attività commerciali del salotto di Taormina. Stop definitivo in vista, dunque, ai tradizionali mezzi attuali, camion e furgoncini vari, che effettuano sin qui le attività ogni giorno sul Corso Umberto creando nella principale arteria della città momenti di caos viario. La Giunta vuole puntare su mezzi elettrici ed ecologici per porre rimedio a una situazione critica che, per altro, si e’ in parte attenuata in termini di disagi da quando sono stati posti alle porte di ingresso del Corso i due monoliti dissuasori e poi anche la sbarra in via Damiano Rosso per il via vai di ditte che operano in città tra le ore 5 e le 9 del mattino.

“Dal prossimo anno si cambia – annuncia Carpita -. Non sarà consentito l’ingresso ai mezzi ormai vecchi e invasivi che hanno creato nel tempo una condizione di caos per quanto riguarda la viabilità e che hanno usurato e danneggiato in più punti il basolato di Corso Umberto. Verrà riproposta, e stavolta sarà posta in ogni caso in pratica, la cosiddetta “Operazione Ultimo Miglio” che aveva già lanciato Asm nei mesi scorsi e che poi non si e’ concretizzata perché quell’avviso pubblico non ha avuto risposta da ditte interessate al servizio”.

Punto base a Porta Catania. Il punto di riferimento per le operazioni di carico e scarico sarà la terrazza del parcheggio Porta Catania. “Al Porta Catania – spiega Carpita – verrà installata un’ apposita colonnina elettrica che servirà alle ditte per ricaricare i propri mezzi e più effettuare le consegne. Nella prima settimana di dicembre faremo una riunione con il sindaco e la Giunta, alla presenza del liquidatore di Asm e dei rappresentanti delle ditte che effettuano il carico e scarico in città. In quella occasione metteremo a punto il tutto. Già nell’estate appena trascorsa si sono, comunque, già svolte due riunioni propedeutiche all’avvio di questo piano poi dal 2020”.

Si parte ad aprile. Già in agenda anche i tempi esatti: “Il via a questo nuovo piano lo abbiamo previsto per il mese di Aprile 2020, alle porte della prossima stagione turistica”, dichiara Carpita. Il Comune è pronto, insomma, a ridare slancio alla proposta lanciata da Asm con “Operazione Ultimo Miglio” che ipotizzava, ricordiamo, un servizio da espletare esclusivamente con l’utilizzo di mezzi ecologici. Da qui la definizione della cosiddetta “logistica dell’ultimo miglio”, ovvero la consegna della merce all’utilizzatore finale, dove cresce l’e-commerce ed il commercio per corrispondenza. In quella occasione non c’erano stati operatori interessati a proporre un servizio dedito anche a decongestionare il “salotto” di Taormina dal traffico di mezzi a motore per puntare invece su mezzi non inquinanti.

© Riproduzione Riservata

Commenti