Salvo Brocato e Antonio D'Aveni

Scoppia il “caso D’Aveni” in Consiglio comunale a Taormina. La maggioranza del sindaco Mario Bolognari ha diffuso, infatti, una nota per stigmatizzare il comportamento del consigliere di opposizione, lamentando in particolare “un’aggressione fisica” ad un consigliere e nello specifico si fa riferimento al capogruppo di maggioranza, Salvo Brocato. Il fatto sarebbe avvenuto nelle fasi finali della seduta d’aula di giovedì scorso.

Spettacolo indecoroso. “I consiglieri comunali de “La Nostra Taormina” – si legge nella nota -, condannano il comportamento costantemente irriguardoso e reiteratamente offensivo nei confronti degli altri consiglieri comunali e delle cariche istituzionali cittadine da parte del consigliere Antonio D’Aveni. Tale atteggiamento, oltre che deprecabile, è lesivo dell’immagine della politica e certamente non adeguato alla funzione che il consigliere dovrebbe rivestire. L’ultima seduta di Consiglio comunale ha riservato uno spettacolo indecoroso caratterizzato da urla, offese e insulti. Uno scenario impietoso culminato con un’aggressione fisica nei confronti di un consigliere comunale di maggioranza il quale ha elegantemente ignorato il gesto”.

Comportamento irriguardoso. “È vergognoso, inaccettabile e profondamente irrispettoso – ha aggiunto la maggioranza – un simile atteggiamento in un’aula consiliare”. “Questa maggioranza – conclude il documento – condanna fermamente l’insensato comportamento del consigliere D’Aveni costantemente irriguardoso e che offende la città tutta. Certamente saranno prese delle misure perché episodi del genere non si ripetano”.

© Riproduzione Riservata

Commenti