il sindaco di Taormina, Mario Bolognari

“Sono stufo di spiegare ogni volta perché ho detto “cancro” su Asm. Non l’ho detto perché li la gente ruba. Non l’ho detto e non l’ho pensato. Ho detto invece che è un “cancro” per le cose che hanno scritto i revisori dei conti”. Lo ha dichiarato in Consiglio comunale il sindaco di Taormina, Mario Bolognari sull’Azienda Servizi Municipalizzata, tornando così sulla discussa espressione di “cancro” con la quale a più riprese il primo cittadino ha definito la municipalizzata.

Il chiarimento. “Il revisore unico dell’Asm, il dott. La Marca – ha detto Bolognari -, ha più volte ribadito e detto in tutte le lingue e in tutte le salse. Il cancro sta nel fatto che nel bilancio integrato l’integrazione non c’è. Questo è il punto.

I documenti. “La mia definizione di Asm come “cancro” non riguarda i liquidatori e nemmeno chi ha rubato un telefonino o chi ha rubato i soldi. Niente di tutto questo. Non sono mai entrato nel merito di quei discorsi. L’espressione “cancro” riguarda un fatto oggettivo che non ho inventato io e non ho scoperto io. E’ un fatto scoperto dai revisori dei conti. E’ scritto nei documenti”, ha aggiunto Bolognari.

© Riproduzione Riservata

Commenti