l'Agenzia Nazionale dei beni confiscati

La Giunta di Giardini Naxos ha deliberato la manifestazione di non interesse del Comune naxiota all’acquisizione di un bene confiscato alla criminalità organizzata. Con una precedente nota l’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata aveva comunicato al Comune di Giardini Naxos l’acquisizione al patrimonio dello Stato di un immobile ubicato a Giardini in Via Torino, e come indicato con un’apposita pec del 26 settembre scorso dalla medesima Agenzia Nazionale è stato attivato un account per consentire all’ente locale di acquisire tutte le informazioni relative ai beni disponibili ed alle conferenze dei servizi che vengono indette.

La conferenza. Il 3 ottobre scorso si era svolta una riunione preliminare durante la quale sono state fornite ulteriori delucidazioni in merito alle procedure da eseguire per l’assegnazione dei beni, previa manifestazione di interesse. La casa municipale di Giardini ha avuto modo di visionare la scheda dell’immobile proposto e ricadente sul territorio della località turistica ionica.

Le motivazioni. Sono state riscontrate “le precarie condizioni strutturali in cui versa”. “La Giunta – fa sapere l’Esecutivo del sindaco Nello Lo Turco nell’ambito dell’iter a cura dell’assessorato comunale al Patrimonio – ha considerato che la ristrutturazione comporterebbe per l’ente una spesa superiore al valore stesso dell’immobile. Le piccole dimensioni del locale usufruibile, inoltre, non sono adatte alle esigenze dell’ente. Date queste premesse si è deciso di non manifestare l’interesse dell’Amministrazione comunale all’acquisizione al patrimonio indisponibile del Comune del bene confiscato, ed è stata ora trasmessa copia di questa deliberazione all’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la destinazione dei Beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, con sede a Reggio Calabria”.

© Riproduzione Riservata

Commenti