Tekra in azione in piazza Duomo

Raggiunge quota 62% la percentuale di raccolta differenziata a Taormina. E’ questo infatti il dato aggiornato sul servizio in atto nella Perla dello Ionio nel periodo che va dal 1 gennaio scorso al 30 ottobre scorso di quest’anno. Dal primo aprile, come si ricorderà, è poi scattato anche il porta a porta. Si tratta, insomma, di un risultato che attesta una costante crescita delle attività di differenziata, che nei mesi scorsi avevano scatenato a Taormina aspre proteste e roventi polemiche.

Il servizio migliora. Progressivamente si è poi avuto un miglioramento del servizio e la gestione ora affidata alla Tekra di Angri sta procedendo in un clima di maggiore serenità, anche se permangono problematiche di difficile risoluzione come la presenza di micro-discariche in alcune aree periferiche della città.

Oltre lo spettro delle sanzioni. Ad ogni modo Taormina si va allontanando in via definitiva dalle percentuali di rischio che avrebbero potuto far entrare la località ionica nel mirino di eventuali provvedimenti da parte della Regione, previsti per quei comuni dove la raccolta differenziata non raggiunge un dato soddisfacente e dove, di conseguenza, nel quadro sanzionatorio previsto la prospettiva da incubo può addirittura diventare quella di dover andare a conferire all’estero.

© Riproduzione Riservata

Commenti