Corso Umberto di Taormina

L’estate non si arrende a Taormina. Dopo l’uggiosa parentesi autunnale di qualche giorno di maltempo, il giorno 28 ottobre nella capitale del turismo siciliano il sole si è ripreso la scena e, non a caso, sono in molti ormai ad aver ribaltato il modo tradizionale di vedere il calendario. Si scrive 28 ottobre, si legge 89 agosto, è il mantra che va di moda nella Perla dello Ionio e riecheggia con orgoglio.

Altro che Natale. Mancano 57 giorni al Natale ma l’albero, il panettone e il presepe non sono ancora una priorità. In Sicilia per adesso si va in spiaggia, magari il maltempo (per forza di cose) si riaffaccerà nuovamente già nelle prossime ore e farà qualche blitz nei prossimi giorni, ma intanto sono tanti, turisti e gente della zona, che stamattina hanno deciso di approfittare della clemenza del cielo per fare nuovamente un bagno al mare, a Isolabella, a Mazzarò, a Spisone e Mazzeo ma anche a Giardini Naxos e Letojanni.

La dedica. “Forse l’acqua è un pò più freddina”, dicono i bagnanti di fine ottobre a metà tra il serio e l’ironico. Avevate già pronti maglioni e piumoni? Metteteli via. L’estate a Taormina non finisce mai, alla faccia di chi “non ama” la Sicilia e la offende dando sfoggio della sua triste ignoranza.

© Riproduzione Riservata

Commenti