un hacker in azione all'Asm?

Arriva un perito informatico all’Azienda Servizi Municipalizzati di Taormina. A decidere la nomina è stato infatti con apposita determina il nuovo liquidatore di Asm, Antonio Fiumefreddo, a seguito di una segnalazione del responsabile del settore amministrativo della municipalizzata, Maurizio Puglisi, il quale ha segnalato “una presunta e reiterata intrusione abusiva nel suo computer di servizio”. Anche il consulente contabile dell’Asm, Enrico Spicuzza, “ha rappresentato più volte la singolare assenza di taluni importanti dati necessari a ricostruire la contabilità dell’azienda”.

I dubbi da chiarire. Qualche hacker, insomma, è entrato in azione nel cuore dei sistemi informatici di Asm? E se la risposta è sì, perché lo ha fatto? C’è stata forse qualche azione “commissionata” da qualcuno e poi posta in essere da un esperto nel campo informatico? Si è forse trattato di un raid con finalità di carattere economico o piuttosto invece qualcosa che sia riconducibile a logiche inerenti dinamiche gestionali? Tutti interrogativi che dovranno essere chiariti in fretta per sgomberare il campo da inquietanti sospetti ed eventuali condotte illegittime. Si tratta, insomma, di un “giallo” che ora attende risposte, con tutti gli eventuali risvolti, annessi e connessi, che potrebbero esserci.

Ora l’accertamento. “Ove provate – osserva il nuovo liquidatore – tali condotte sarebbero penalmente rilevanti. Si ritiene, quindi, di dover accertare se, su uno o più computer, vi siano stati accessi abusivi e se siano stati installati software spia, ovvero se siano stati in altro modo realizzate intrusioni anche manomettendo dati aziendali. Occorre, pertanto, nominare un professionista esperto informatico”. Il professionista è stato individuato in Carmelo Condorelli, esperto informatico nato a Catania e residente a Misterbianco, che è stato chiamato ad effettuare “apposita perizia relativa a quanto specificato” dal liquidatore. Il compenso omni-comprensivo per questo incarico è stato quantificato nella somma di 500 euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti