Silvio Berlusconi

“Siamo qui uniti a piazza San Giovanni perché abbiamo un grande dovere: quello di rispondere alla domanda di unità che proviene dal nostro popolo. Questa è la nostra piazza. Vedo le bandiere della Lega, di Fratelli d’Italia, di Forza Italia e mi fa davvero piacere di vederle sventolare tutte insieme”. Così Silvio Berlusconi ha aperto il suo discorso in piazza San Giovanni a Roma per la manifestazione unitaria del centrodestra.

No al giustizialismo. “Tredici anni fa eravamo in piazza a protestare contro il diluvio di tasse del governo Prodi, che ci considerava dei bancomat da ripulire e dei sudditi. Non pensavo di dover tornare di nuovo in piazza. Vogliono spremere gli italiani e se dimostrano che un cittadino non ha pagato le imposte lo vogliono sbattere in galera per un periodo detentivo che può arrivare fino a 8 anni. Questa minaccia è gravissima e pericolosa per il diritto alla libertà. Noi siamo scesi in piazza per dire no al governo più a sinistra di sempre, il governo del giustizialismo fuori controllo, mai eletto dagli italiani e che in poche settimane ha già dimostrato di essere pericoloso”.

“Le 5 sinistre”. Siamo contro il governo delle cinque sinistra, quattro in Parlamento e la quinta con ancor più potere che è quella giudiziaria, che non ha mai smesso di perseguitare gli avversari politici. E in quanto a persecuzioni non temo confronto con nessuno, visto che ho avuto 88 processi e 3672 udienze”, ha detto Berlusconi.

© Riproduzione Riservata

Commenti