Luigi Di Maio, ministro degli Esteri

Luigi Di Maio parla agli italiani e lancia un messaggio ai cittadini: “In Italia bisogna combattere contro la grande evasione, non contro il commerciante. Io non accetto che si criminalizzino certe categorie. Prima della multa sul Pos bisogna abbassare le commissioni delle banche. Sono i giorni in cui stiamo scrivendo la manovra, noi ci siamo e ci stiamo lavorando dalla mattina alla sera. Stiamo portando a casa risultati importanti”.

L’inizio. “L’Iva non aumenterà, l’odioso super-ticket della sanità da metà anno prossimo sarà soppresso e poi ci sarà l’assegno unico alle famiglie che hanno bambini. Faremo un assegno unico mettendoci mezzo miliardo di euro in più per iniziare. Lo ripeto: è un inizio e quando apriremo la busta paga sarà più bello non solo il lordo ma anche il netto”, dichiara il capo politico del Movimento Cinque Stelle.

Accordo per il carcere. “Nella lotta all’evasione non si può accettare che lo Stato faccia il forte con i deboli e il debole con i forti. Io non ci sto a scatenare la guerra tra i poveri. Ci sono stati soggetti che hanno portato migliaia e milioni di euro all’estero e li hanno poi fatti rientrare con lo scudo fiscale. Noi lottiamo contro la grande evasione e mi interessa un accordo per il carcere per i grandi evasori, è una cosa che deve entrare nella manovra e ci stiamo lavorando. Non esiste una legge che fa la lotta all’evasione senza il carcere in caso di evasione”, evidenzia Di Maio.

© Riproduzione Riservata

Commenti