Giovanni Aucello, presidente de La Voce del Mare

“Che fine ha fatto il progetto per la passerella sulla SS114 ad Isolabella? Dobbiamo pensare che è stata una promessa illusoria o c’è ancora la reale volontà di realizzarla. Vogliamo chiarezza”. Il monito arriva da Giovanni Aucello, presidente del Comitato “La Voce del Mare”, a nome dei residenti di Mazzarò e Isolabella che sollecitano una svolta per l’attesa realizzazione dei circa 500 metri di passerella, il marciapiede cioè che darebbe una svolta in termini di viabilità e sicurezza lungo la strada statale 114, e che si estenderebbe dalla galleria paramassi sino quasi all’imbocco della scalinata pedonale di accesso alla Riserva naturale di Isolabella.

Il mistero. “Non si ha più alcuna notizia, c’è un silenzio tombale da parte del pubblico e del privato su un’opera di grande importanza per la zona a mare di Taormina – afferma Aucello -. L’iter sta andando avanti oppure si è bloccato? Ed in tal caso perché non va avanti? Chiediamo all’assessore ai Lavori pubblici, Scibilia, e alla Giunta di attivarsi. Che venga fatta chiarezza su questa vicenda. Ci risulta che l’Anas abbia già detto sì a questa iniziativa ma nello specifico si trattava del progetto preliminare, mentre ora bisognerebbe presentare quello esecutivo”.

Un altro volto. “Quei 500 metri – aggiunge Aucello – possono cambiare volto alla zona a mare, sia per salvaguardare i pedoni che percorrono la SS114 e che oggi rischiano di finire sotto una macchina, sia anche per un rilancio in termini turistici di quella zona che avrebbe straordinari vantaggi in termini di immagine perché finalmente i turisti potrebbero fare una passeggiata in tranquillità da un affaccio panoramico che dà sull’Isolabella. Il tempo delle chiacchiere è finito, chiediamo fatti e atti concreti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti