la terrazza del parcheggio Lumbi

A Taormina, in attesa di un’accelerazione sul fronte del piano di viabilità che prevede dal 2020 l’avvio delle Ztl con telecamere, il cui iter dovrà arrivare quanto prima in Consiglio comunale, si fa largo intanto una nuova ipotesi a Palazzo dei Giurati per cercare di trovare un rimedio alla problematica di diverse arterie intasate dalla presenza di auto in sosta. In particolare si cerca una soluzione che possa ridurre la presenza dei mezzi dei lavoratori che sono in servizio nelle attività economiche della città, sia del comparto commercio che alberghiero.

Punto di partenza. Ed in tal senso, tra le soluzioni sotto esame, ci sarebbe anche quella di un possibile utilizzo della terrazza del Lumbi almeno per cominciare a ridurre i mezzi che si trovano nelle varie zone del centro storico. Un’idea tutta da verificare. Non sarebbe una soluzione, ovviamente, in grado di accogliere tutti ma si tratterebbe comunque di un punto di partenza per avviare il riordino e il riassetto della viabilità e così sguarnire gli spazi a sosta disponibili sul territorio. Il caos, in qualche caso, in centro storico complica anche il passaggio dei mezzi per il carico e scarico.

L’ipotesi. Questa soluzione che prende in considerazione il Lumbi potrebbe essere prospettata dall’Amministrazione comunale alle associazioni di categoria da qui ai prossimi mesi, nel corso di incontri nei quali si farà il punto della situazione anche in vista delle novità che verranno poi introdotte il prossimo anno con il piano di viabilità basato sulle Zone a traffico limitato. Ovviamente, in primis, bisognerà valutare il tutto con l’Azienda Servizi Municipalizzati, che ha in gestione i parcheggi comunali Lumbi e Porta Catania. Si dovrà valutare l”opportunità tecnica e la capacità funzionale per quanto concerne l’utilizzo della terrazza del Lumbi, un’area che da parecchi anni a questa parte è rimasta praticamente inutilizzata o per meglio dire nell’oblio più totale, nonostante le indubbie potenzialità.

Rebus ultra-ventennale. Il Lumbi venne inaugurato nel 1995 e non si è mai arrivati ad un utilizzo continuativo di quel piazzale, e in alcuni periodi come nel caso del pienone estivo dei mesi di luglio e agosto, l’area è servita a far parcheggiare auto che altrimenti si sarebbero dovute fermare ai margini della Via Garipoli. Ma in generale è un mistero che va avanti da oltre 20 anni. Quest’anno, come si ricorderà, è stata presa in affitto da Asm l’area di contrada Piano Porto dal 21 luglio sino al 31 agosto scorso e ciò ha portato ad un prezioso supporto alternativo per l’accoglienza dei flussi “mordi e fuggi”. Differente è il discorso per i lavoratori che potrebbero trovare un punto di riferimento nella terrazza del Lumbi.

© Riproduzione Riservata

Commenti