Rocco Forte

Il gruppo Rocco Forte prevede di aprire quattro nuovi hotel di lusso in Italia l’anno prossimo e allargare il numero di appartamenti del complesso ‘Rocco Forte House’ a Roma. Secondo quanto scrive il Financial Times, la catena alberghiera “sta preparando il suo più grande piano di espansione” e ha dichiarato di volere aggiungere tra le 25 e le 30 proprietà sparse per le grandi città europee entro i prossimi tre-cinque anni, rispetto alle attuali 14. “La maggior parte delle nuove proprietà – si legge ancora- sarà in Italia, dove l’offerta è bassa a causa della complessità del mercato”.

L’ipotesi Taormina. Tra le location esclusive sulle quali potrebbe concentrarsi l’attenzione di Rocco Forte in Italia per i prossimi investimenti c’è anche Taormina. Nel recente passato si era parlato di un interesse del gruppo Rocco Forte per l’Hotel San Domenico Palace, che però è stato poi acquistato nel 2016 dall’immobiliarista Giuseppe Statuto. In sostanza il gruppo Rocco Forte, nella fase in cui il lussuoso albergo taorminese stava per lasciarsi alle spalle la proprietà del gruppo Acqua Marcia di Francesco Bellavista Caltagirone, aveva valutato ad un certo punto l’opportunità di inserirsi nelle trattative ma poi non ha affondato il colpo. D’altronde, proprio nell’ambito dell’’iter di vendita seguito dall’advisor Coldwell Banker Commercial per gli alberghi ex Acqua Marcia, ceduti a suo tempo per oltre 46 milioni di euro Rocco Forte & family si è allora aggiudicato il Grand Hotel Villa Igiea per 25,5 milioni di euro. Chissà che adesso Rocco Forte non decida di mettere nel mirino qualcuna delle lussuose strutture ricettive di Taormina e del primo polo turistico siciliano. La Perla dello Ionio, a quanto pare, è “un amore” di vecchia data e chissà che non possa arrivare il momento buono per entrare nell’hotellerie di lusso taorminese.

L’impero di Rocco Forte. Rocco Forte Hotels è il più grande operatore di hotel ultra-lusso in Europa con 12 proprietà a 5 stelle. La società è proprietaria e co-proprietaria (in joint venture con Uberior Investments, una controllata della Bank of Scotland) di esclusivi hotel di lusso a 5 stelle. Tutti gli hotel sono membri di The Leading Hotels of the World. La società con sede a Londra è di proprietà di Sir Rocco Forte, figlio del defunto magnate degli hotel Charles Forte. Dopo aver perso i diritti della denominazione Forte nel 1996, Sir Rocco Forte chiamò la società RF Hotel, cambiato in Rocco Forte Hotels, nel 2003 e The Rocco Forte Collection, il 29 luglio 2007. Dal 2011 torna nuovamente Rocco Forte Hotels. Uffici della società si trovano a Londra, Roma, Francoforte, Mosca, Madrid, New York e Los Angeles. Tra i gioielli della società c’è il Rocco Forte Verdura Resort, rinomata struttura che si trova in Sicilia, a Sciacca.

Obiettivo Italia. “L’Italia è nel mio cuore. È il Paese dove tutti vorrebbero andare in vacanza”, ha dichiarato qualche tempo fa Forte: “Abbiamo avuto fiducia e denaro dalla Cassa depositi e prestiti per fare un grande progetto di hotellerie di lusso. E ci voglio riuscire. Dopo la prossima apertura a Roma vorrei concentrarmi sui piccoli centri. Sto cercando i locali adatti. Ma non è facile. Come a Milano, del resto. Vorrei una location adeguata in centro. I prezzi sono proibitivi, ma qualcosa sta maturando”. Tra le località sulle quali ha puntato l’attenzione Forte ci sono Siena, Verona, Amalfi, Cortina e Taormina è un’altra meta sotto osservazione.

La storia. Di certo c’è che, Forte (sposato con Aliai Ricci, con cui ha avuto tre figli: Lydia, Irene e Charles, tutti e tre impegnati nel gruppo di famiglia) non ha nessuna intenzione di fermarsi. “Le sue giornate – scrive di lui Forbes – sono piene e organizzate nei dettagli. È un uomo attivo. Ha 73 anni ma ne dimostra dieci in meno, come minimo. La mattina si alza presto. Palestra con il suo personal trainer almeno tre giorni alla settimana. Poi via, un tuffo negli impegni quotidiani. Il suo impero di hotel di lusso, creato dal padre, poi ceduto, poi ricreato da niente o quasi da lui, non può aspettare. È presidente della Rocco Forte Hotels, fondato nel 1996, dopo che un take over ostile gli aveva portato via l’impero fondato da suo padre”. E con il papà Carmine, Sir Rocco ha fatto una gavetta a dir poco straordinaria: “Mi occupavo di 800 hotel, mille ristoranti e di quasi 100 mila dipendenti in ogni parte del mondo. Ho trasformato la società, da operatore prettamente inglese a progetto di grande prestigio dell’hôtellerie internazionale con l’acquisto della catena Meridien da Air France e di altri esclusivi alberghi come il George V a Parigi, il Sandy Lane alle Barbados, il Ritz di Madrid e il Plaza Athénée di New York”.

© Riproduzione Riservata

Commenti