i consiglieri comunali Claudio Giardina e Giuseppe Sterrantino

Si accende la polemica a Taormina sulla chiusura del primo piano della scuola di Via Santa Filomena a Trappitello, dichiarata inagibile giovedì scorso a seguito di un’ordinanza sindacale. I bambini di due classi delle elementari, com’è noto, sono stati ora trasferiti alla scuola media di Via Francavilla, dove rimarranno almeno sino all’inizio del 2020, quando si spera di poter rifunzionalizzare l’area oggi a rischio. Intanto spunta il “giallo” di due mail entrambe inviate sul caso il 30 settembre scorso. L’opposizione va all’attacco dei vertici di Palazzo dei Giurati e lo fa in particolare il consigliere Claudio Giardina.

Vicenda “sconcertante”. “Quanto accaduto è sconcertante – afferma Giardina -. Non ci sono altri termini. Dei problemi della scuola avevamo discusso, su nostra iniziativa, in Consiglio comunale il 26 settembre e viste le risposte inadeguate e le informazioni non sufficienti a chiarire lo stato delle cose da parte della Giunta, il giorno dopo, alle ore 9 del 27 settembre, mi sono recato a scuola, a Trappitello, per fare un sopralluogo. Ho chiesto di poter visionare i locali e mi sono reso conto della condizione di alcune classi che erano chiuse, ho visto gli spazi per la mensa chiusi in quanto inagibili per la caduta di parte del soffitto e ho notato che proprio la mensa veniva fatta in uno spazio improvvisato nell’androne del plesso. A quel punto ho anche visionato la terrazza, dove mi sono accorto che c’era un serbatoio in amianto frantumato. Ho inviato, quindi, lunedì 30 settembre una pec al sindaco e all’Asp per le opportune valutazioni e i dovuti accertamenti. Coincidenza ha voluto che proprio in quella stessa data il consigliere di maggioranza Giuseppe Sterrantino abbia sollecitato l’Utc a fare un sopralluogo per accertare la situazione. Ma soprattutto al consigliere chiederò in Consiglio come mai abbia richiamato nella propria mail del 30 settembre le risultanze di un suo sopralluogo del 9 settembre scorso: quindi nell’arco di quei 21 giorni successivi, sino cioè al 30 settembre, non c’era urgenza di intervenire?”.

la pec di Claudio Giardina

Altri lavori. “Sono stati fatti in precedenza dei lavori – continua Giardina – ma esiste una relazione di fine lavori? Qualcuno ha firmato degli atti? Le persone che in passato manifestavano sul Corso non si sono accorte del pericolo? Io in un’ora ho appurato come stavano le cose, ma come mai non ci si è incatenati ai cancelli quando ci si e resi conto che non era cambiato nulla rispetto al passato? I bambini che prima erano spunto per manifestare e protestare ora forse non sono più una priorità ed è più importante pensare all’Asm, all’Unione dei Comuni e al quinto assessore”.

Il sollecito di Sterrantino. Sul caso, il 30 settembre, era giunto questo sollecito all’Ufficio Tecnico del consigliere di maggioranza Giuseppe Sterrantino: “Il 9 settembre mi sono recato presso i locali della scuola dell’infanzia/primaria ubicata in Santa Filomena per effettuare un sopralluogo, visti i lavori di ammodernamento che hanno interessato il piano terra (scuola infanzia). Nel corso del sopralluogo è emerso che la stanza sita al primo piano, scuola primaria, adibita a sala mensa era stata interessata da un “piccolo” cedimento del soffitto (visibili a terra e sui banchi di calcinacci e pezzi). Considerato che la criticità possa riguardare la non corretta “impermeabilizzazione del tetto” che ha comportato possibili infiltrazioni, l’approssimarsi della stagione delle piogge comporterà un aumento della piovosità. Chiedo se sulla base dell’effettiva attività ispettiva posta in essere da questo ufficio tecnico è stata predisposta la relativa relazione dalla quale si evincano le reali problematiche che hanno determinato tale cedimento, ed in caso positivo ottenere tale documento: quali azioni sono state intraprese e se si intendono intraprendere al fine di porre rimedio alle criticità riscontrate che potrebbero continuare ad aggravarsi con l’incremento delle piogge”.

la mail del consigliere Giuseppe Sterrantino

 

© Riproduzione Riservata

Commenti