Carlo Calenda

Carlo Calenda, fondatore di “Siamo Europei”, va all’attacco del capo politico del Movimento Cinque Stelle, Luigi Di Maio. “Quando Luigi Di Maio registrava un video ridicolo sapeva da due mesi dell’intenzione di #Whirlpool di chiudere lo stabilimento di Napoli. Lo avevamo detto e provato. Oggi arriva la conferma di Marco Bentivogli, avuta direttamente dalla Whirlpool. Per una cosa del genere, in qualsiasi paese civile, un Ministro si dimette”, afferma l’ex ministro ed ex esponente del Partito Democratico.

La proposta. E sulla situazione politica nel Paese, Calenda aggiunge: “Una democrazia è salda se lo Stato è forte nel perimetro delle sue responsabilità fondamentali: Sicurezza, Scuola, Salute. Le forze di polizia sotto organico e senza le necessarie dotazioni, 4 milioni di italiani che non si curano ed edifici scolastici che crollano determinano sfiducia nei confronti dello Stato e della politica. Per questo proponiamo di recuperare 10 miliardi da Quota100 e dal ridisegno del Reddito di cittadinanza per investirli su questi tre capitoli”.

L’alternativa. “Sta nascendo un movimento politico per chi crede che in Italia ci sia una battaglia da fare per difendere il valore dello studio, della cultura, dell’istruzione, del lavoro.‬ Combatteremo, sarà difficile ma non molleremo perché non ce lo possiamo permettere”, aggiunge Calenda.

© Riproduzione Riservata

Commenti