i lavori all'hotel San Domenico di Taormina

Accelera i tempi il cantiere per la riapertura dell’hotel San Domenico di Taormina. L’obiettivo è quello di riportare in attività la lussuosa struttura alberghiera, simbolo del turismo a Taormina, nella prossima stagione turistica. Il 2020 e’ un appuntamento da non fallire per riconsegnare il San Domenico alla sua clientela e al mercato internazionale e allora i lavori stanno andando avanti senza sosta. All’interno del complesso ricettivo di via San Domenico de Guzman la ditta incaricata ha lavorato anche in piena estate, nei mesi di luglio e agosto, in virtù della deroga concessa dal Comune di Taormina, proprio per recuperare il tempo perduto ed evitare ulteriori ritardi. E’ stata adesso rimossa anche l’impalcatura esterna che caratterizzava il prospetto esterno alla sala grande dell’antico convento.

Lavori in corso. L’impresa sta cercando di rendere concretamente attuabile l’obiettivo da parte della proprietà, la Taormina Hotel Property Spa, di riaprire nella stagione turistica 2020. Le opere di maquillage sono in corso sia all’esterno che soprattutto all’interno della struttura. La riapertura consentirebbe anche di ridurre il periodo di sofferenza delle maestranze che attendono di poter tornare al lavoro. La chiusura dell’albergo per lavori, e pertanto l’attuale indisponibilità del “San Domenico” nel contesto dell’offerta ricettiva locale, ha rappresentato già nel 2018 e giocoforza anche in questa estate appena trascorsa, un momento di sofferenza per l’economia della città.

Punto di riferimento. Gli operatori economici concordano tutti nel ritenere che sin qui si sia avvertita in città la mancanza della clientela di alto livello del ”San Domenico”, che da sempre caratterizza un segmento importante dell’hotellerie locale e rappresenta a Taormina un punto di riferimento per il turismo di lusso insieme all’hotel Timeo e ad altre strutture ricettive di prestigio del territorio. Al momento non c’è ancora una data esatta riguardante la riapertura (che stando ad alcune voci non confermate potrebbe avvenire in primavera) ma l’atteso ritorno nel circuito del “San Domenico” darà insomma un impulso significativo all’industria ricettiva della Perla dello Ionio, dive su continua ad inseguire l’eterno sogno proibito della destagionalizzazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti