la funivia Taormina-Mazzarò

Anche il mese di Settembre conferma il trend positivo per la funivia di Taormina. L’impianto gestito da Asm, che collega Taormina centro e Mazzarò, ha infatti chiuso il mese appena trascorso con 154 mila 579 passaggi in cabina contro i 153 mila 602 che si erano registrato nello stesso mese del 2018. Un leggero incremento che va inteso come un ulteriore segnale positivo, anche perché prosegue una tendenza che si era già avuta ad agosto, quando la funivia aveva contato 217 mila 214 passaggi in cabina, superando nettamente le 210 mila presenze del corrispettivo mese del 2018.

La proiezione. Al momento, nell’intero anno in corso, dal 1 gennaio al 30 settembre scorso la funivia ha già avuto complessivamente 887 mila 187 passaggi nelle cabine. Ed è un dato che, in termini di proiezione finale, fa sperare concretamente di poter raggiungere e magari superare l’esito dell’anno passato. La funivia Taormina-Mazzarò chiuse l’anno 2018 con 992.725 passeggeri trasportati (con il 10,6% in più di passaggi in cabina rispetto al 2017, quando i passaggi erano stati 887.846). Il bel tempo che si è avuto nell’intera durata del mese di settembre ha così compensato, almeno in parte, il deludente mese di maggio, che aveva creato a Taormina non pochi problemi al turismo e quindi alle attività economiche a causa dell’insolita insistenza allora del maltempo in diverse giornata.

Il cuore pulsante. Aumenta in modo significativo il numero di turisti che, di conseguenza, si sono trovati in città nei mesi della stagione estiva che sta andando in archivio e anche in queste recenti giornate la Perla dello Ionio ha vissuto una vera e propria “coda” d’estate, con tanti visitatori stranieri ancora presenti in città e le alte temperature che, per larghi tratti, hanno consentito alle persone anche di concedersi un bagno nelle spiagge della zona. Soddisfazione per i risultati della funivia sono stati espressi dal direttore d’esercizio dell’impianto, l’ing. Sergio Sottile. I dati consistenti fatti registrare dalla funivia con tante presenze confermano da un lato il ruolo strategico dell’impianto che si conferma il “cuore pulsante” del movimento turistico di Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti