Mario Amoroso, presidente dell'assemblea dell'Unione dei Comuni
Mario Amoroso, presidente dell'assemblea dell'Unione dei Comuni

Il Comune di Taormina accelera i passaggi propedeutici all’effettivo insediamento dell’ente locale nell’Unione dei Comuni Taormina-Naxos. Dopo la recente adesione al sodalizio di cui fanno parte anche Giardini Naxoa, Castelmola, Letojanni, Mongiuffi Melia e Gallodoro, nella prossima seduta di Consiglio comunale convocata da Lucia Gaberscek per il 26 settembre saranno all’odg due punti riguardanti proprio il sodalizio comprensoriale.

Le nomine. Si prevede, infatti, la discussione del punto concernente l’approvazione dello statuto e l’atto costitutivo dell’Unione dei Comuni del comprensorio di Naxos e Taormina e l’elezione dei rappresentanti del Comune di Taormina nell’Unione.

La procedura. “E’ in fase di completamento la procedura per la nuova composizione del Consiglio dell’Unione dei Comuni”, aveva già comunicato una nota l’attuale Presidente del Consiglio dell’Unione, Mario Amoroso. Con l’insediamento dei nuovi membri provenienti dal Comune di Taormina, che saranno nominati in seduta di Consiglio comunale, si completerà così il nuovo quadro politico-amministrativo del comprensorio. L’assemblea attualmente risulta rappresentata dal Comune di Giardini Naxos che è comune capofila, e da Gallodoro. Anche Castelmola e Letojanni avevano aderito in una fase successiva.

Gli obiettivi. Tra le finalità programmatiche dell’Unione vi sono alcuni servizi che i Comuni dovranno demandare esclusivamente ad essa che si intendono concretizzare nel più breve tempo possibile quali: la promozione turistica e iniziative storico-culturali, protezione civile, piani programmatici riguardanti le problematiche disagio sociale, formazione professionale, servizio unico di Polizia municipale comprensoriale e il servizio di contrasto al fenomeno del randagismo.

© Riproduzione Riservata

Commenti