Gianfranco Rotondi

In Forza Italia non tutti sono convinti che la strada migliore da percorrere sia quella di una nuova intesa con la Lega di Matteo Salvini e i sovranisti. Non a caso emergono voci sempre più insistenti di chi sarebbe persino disposto a valutare una convergenza su Matteo Renzi.

La rivelazione. E il parlamentare Gianfranco Rotondi, democristiano della prima ora, lancia la bomba. “Tra Renzi e Forza Italia non ci sono mai state alleanze o particolari affinità. C’è simpatia tra Berlusconi e Renzi, ma questo sentimento spesso scatta più tra avversari che tra alleati», risponde Rotondi. Per dirla tutta: sono certo che Silvio sarebbe felice di passare una domenica con Renzi e assai meno con Salvini, ma questo non condiziona la politica”.

L’anima democristiana. “Penso che Forza Italia debba entrare da protagonista in un Centro popolare e cattolico: gli azzurri sono la principale forza del Ppe e tocca a Berlusconi fondare sulla roccia e non sulla sabbia la forza politica che qui rappresenta e che è il traino politico dell’Europa. Il rilancio di un Centro popolare e democratico sul modello della Dc dipende da vari fattori, anzitutto dalla legge elettorale; un ritorno al proporzionale favorirebbe questo processo”, aggiunge Rotondi.

© Riproduzione Riservata

Commenti