Nicola Zingaretti

“Ci dispiace. Un errore dividere il PD, specie in un momento in cui la sua forza è indispensabile per la qualità della nostra democrazia. Ora pensiamo al futuro degli italiani, lavoro, ambiente, imprese, scuola, investimenti. Una nuova agenda e il bisogno di ricostruire una speranza con il buon governo e un nuovo Partito Democratico”. Così Nicola Zingaretti commenta l’addio di Matteo Renzi al Partito Democratico. Il segretario del PD non fa mistero della sua delusione ma rinnova la fiducia del suo partito nel nuovo progetto di governo.

Chi rimane. Dversi fedelissimi renziani, comunque, hanno deciso almeno per adesso di rimanere con Zingaretti. Tra loro il neoministro della Difesa Lorenzo Guerini, e Luca Lotti. Rimane coi dem anche il capogruppo al Senato, Andrea Marcucci. Anche Dario Nardella, sindaco di Firenze, rimane nel Pd.

Chi va con Renzi. Tra i senatori che seguiranno Renzi ci saranno la ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, Ettore Rosato, Tommaso Cerno, Davide Faraone, Eugenio Comincini, Nadia Ginetti, Ernesto Magorno, Francesco Bonifazi, Donatella Conzatti. A questi potrebbe aggiungersi Pier Ferdinando Casini. Questi senatori potrebbero andare a formare una componente del gruppo misto. Diverso sarebbe il discorso se si unisse anche Riccardo Nencini, che alle scorse elezioni ha corso con un proprio simbolo, “Insieme”, (nato dalla federazione di PSI, Verdi e prodiani di Area Civica). Secondo le regole di Palazzo Madama, questo potrebbe garantire la formazione di un gruppo parlamentare autonomo. Al Senato infatti per costituire il gruppo occorrono almeno 10 senatori che rappresentino “un partito o un movimento politico che abbia presentato alle elezioni propri candidati con lo stesso contrassegno, conseguendo l’elezione di Senatori”. I deputati che vanno con Renzi saranno invece la “fedelissima renziana” Maria Elena Boschi, Gennaro Migliore (ex Sel), Ivan Scalfarotto, Michele Anzaldi, Roberto Giachetti, Silvia Fregolent, Marco Di Maio, Anna Ascani, Luciano Nobili, Luigi Marattin, Lucia Annibali, Mattia Mor, Nicola Carè, Massimo Ungaro.

© Riproduzione Riservata

Commenti