Carlo Calenda

Dopo l’addio al Partito Democratico, Carlo Calenda lancia il suo nuovo movimento e intanto torna ad attaccare il nuovo governo: “Scalfarotto e Rosato annunciano la scissione dei renziani su Repubblica e Corriere. Continua una infinita serie di giravolte e di smentite delle smentite precedenti. Si fa un Governo con i 5S, dopo aver detto mai con i 5S, promettendo unità e poi si fa una scissione presentandola come “consensuale” dopo aver occupato i posti di Governo”.

“La nuova cosa”. “Al fondo esistono solo agende di potere personale nascoste dalla scusa di difendere il “bene del paese”. Tutto questo rafforzerà la destra becera e sovranista. E a chi chiede oggi se Siamo Europei si alleerà con la nuova “cosa” parlamentare di Renzi, rispondo che la nostra strada è opposta”, afferma Calenda.

La strada. “Costruire un movimento fondato sulla concretezza delle proposte, la serietà dei comportamenti e la mobilitazione di una classe dirigente capace. Il resto non ci interessa. La nostra è una strada difficile, ma è l’unica che valga la pena percorrere”, aggiunge Calenda

© Riproduzione Riservata

Commenti