Matteo Salvini e Carola Rackete

“Non vorrei che intanto facciano sbarcare tutti i migranti in Italia. Non vorrei che qualcuno abbia contrattato la riapertura del flusso dell’immigrazione di massa in Italia in cambio di qualcos’altro. Non vorrei che si rivedano sbarchi su sbarchi”. Così Matteo Salvini ha commentato nel corso del programma tv “Dritto e Rovescio” le possibili strategie del nuovo governo sui porti e sulla gestione dei flussi di migranti.

La risposta a Rackete. Intanto Carola Rackete fa sapere che e è pronta a riportare i migranti in Italia e “a salvare altra gente in pericolo”. “Questa tizia – replica Salvini -, per entrare in porto a Lampedusa di notte ha schiacciato contro una banchina del porto una motovedetta della Guardia di Finanza con cinque ragazzi a bordo. In un Paese normale questa tizia sarebbe in galera. Non ho niente da dirle”.

La promessa. “Ci sono tante cose che non siamo riusciti a fare e che erano nel programma elettorale della Lega con il centrodestra – ha aggiunto Salvini -. Abbiamo governato con altri, con il M5S, che non erano d’accordo con noi. Se gli italiani avranno la fortuna di tornare a votare, dopo che i Cinque Stelle e il Partito Democratico si saranno spartiti le poltrone, tutte queste cose le faremo”.

© Riproduzione Riservata

Commenti