Elsa Fornero

“Penso che quota 100 sia stata un grosso errore”. Così l’ex ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero, intervistata da “Dritto e Rovescio” a proposito delle iniziative del precedente governo gialloverde. La professoressa è tornata a “bacchettare” soprattutto Matteo Salvini, da sempre “nemico” della Riforma pensionistica che prese proprio il nome della Fornero.

“Politica malsana”. “Abbiamo corso rischi gravissimi di impoverimento economico e civile – ha aggiunto Fornero – penso anche alle politiche sulle migrazioni, per le quali Salvini è colpevole”. L’economista e politica aggiunge, poi, che “quella perseguita dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini è una politica malsana”.

Altre accuse. La Fornero ha poi rincarato la dose in un’altra intervista. “L’esperienza di quota 100 deve chiudersi. Non va prorogata, fu una scelta insensata”, ha detto la professoressa Fornero a “Circo Massimo”, su Radio Capital, “io terrei il 2020 e farei delle correzioni sul 2021, lasciando quota 100 per alcune categorie”. “Per criticare i leader degli altri Paesi ci vogliono argomenti, non solo sparate, ma anche autorevolezza. Salvini ha dimostrato di non avere autorevolezza. E’ stato un grande imbonitore incattivito. Mi ha sempre attaccato ma non ha la forza interiore che ho io.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti