la discarica in zona Mastrissa

Il Circolo Legambiente Taormina-Valle Alcantara scrive al Comune di Taormina, al Comando della Polizia locale e ai Carabinieri di Taormina per segnalare la presenza di una discarica a cielo aperto nella zona di contrada Mastrissa. La nota trasmessa ieri riguarda l’ennesima area presa di mira dagli incivili che hanno abbandonato vari materiali e praticamente di tutto nella popolosa area periferica che ricade in parte nel territorio di Taormina ed in parte nel territorio del Comune di Castelmola. La segnalazione da parte del sodalizio ambientalista, inviata anche all’Arpa Messina e alla Prefettura di Messina, spiega e dimostra con allegata documentazione fotografica l’esistenza di una discarica abusiva di vetro, alluminio, amianto e ingombranti.

Rifiuti di ogni genere. “A seguito di attività di volontariato effettuata l’11 settembre in zona contrada Mastrissa – scrive Noessing – si è potuta accertare la presenza di una discarica di rifiuti abbandonati verosimilmente assimilabili alla categoria de rifiuti differenziati di tipo vetro, alluminio, ingombranti e speciali come amianto, all’interno del terreno che salendo da sotto i piloni dell’autostrada è stato incendiato il 3 agosto 2019 e che ha richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco, nella parte confinante con la strada”.

Risanare il territorio. “Considerata l’estrema pericolosità dei rifiuti abbandonati – aggiunge Noessing -, il loro cattivo stato di conservazione e la larga fruizione dei luoghi da parte sia di cittadini residenti nella Provincia che di turisti, si fanno voti affinché venga al più presto programmato un intervento teso al risanamento dei luoghi stessi e, laddove possibile, si possa assicurare alla giustizia i responsabili dell’abbandono. Si evidenzia inoltre come i medesimi rifiuti impediscano la ricrescita di una vegetazione spontanea e siano facilmente infiammabili nei periodi estivi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti