Giorgia Meloni

Mentre alla Camera si discuteva (e si litigava) sulla fiducia al governo, le opposizioni sono scese in piazza nella giornata di lunedì contro il governo Conte 2. Fratelli d’Italia e Lega hanno protestato a Montecitorio. Giorgia Meloni ha annunciato “un’opposizione senza sconti” nei confronti dell’esecutivo M5S-Pd, definendolo “forse il peggiore governo di politicanti terrorizzati dal giudizio popolare”. Matteo Salvini ha attaccato invece i cosiddetti “poltronari” chiusi nel palazzo: “L’Italia vera è in piazza e chiede di votare”, ha detto tornando a baciare il rosario. “Abbiamo riempito la piazza”, ha aggiunto quindi Meloni che ha messo in guardia Forza Italia: “Non rifaccia l’errore di trattare con il Pd”.

Il disegno per il Quirinale. Il governo Pd-M5s “si basa su poltrone e stipendi” e “avrà vita breve perché mancano le basi”, ha affermato Giorgia Meloni da piazza Montecitorio. La leader di Fratelli d’Italia ha accettato l’invito di Salvini a scendere di nuovo in piazza il 19 ottobre, “sempre con bandiere tricolori e non di partito”. “Questo governo pensa a Prodi come Capo dello Stato, sarebbe la ciliegina sulla torta”, ha sottolineato. “Sapevo che l’Italia avrebbe risposto a questa truffa che si sta consumando all’interno del Palazzo”, ha continuato la leader di Fratelli d’Italia. “Noi continueremo la nostra battaglia per l’elezione diretta del Presidente della Repubblica e per difendere la sovranità e la libertà italiana”.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti