Palazzo dei Naxioti
Palazzo dei Naxioti

Dopo cinque anni si chiude con il via libera della Giunta ad una transazione, e quindi al componimento bonario della vicenda, la contesa tra il Comune di Giardini Nsxos e un’impresa di Giardini riguardante opere di disinfestazione sul territorio mai pagate dal Comune all’impresa incaricata. Tutto era iniziato il 15 luglio 2014 quando il sindaco Nello Lo Turco, a seguito di ripetute segnalazioni e numerose lamentele per la presenza di blatte, insetti alati e roditori nel territorio comunale di Giardini Naxos e negli stabili dell’ente, aveva ordinato di procedere con urgenza ad alcune attività di disinfestazione per rimediare al problema.

La contesa. Nello specifico venne allora disposto: un intervento di deblattizzazione lungo l’intero territorio comunale, 2 di demuscazione, un intervento di disinfestazione dei locali comunali e uno di derattizzazione. La ditta procedeva quindi ad eseguire quanto richiesto e ha fatto poi pervenire fattura al Comune per 18 mila 300 euro. Tuttavia, dagli atti d’ufficio non risulta che si sia proceduto alla regolarizzazione contabile dell’ordinanza sindacale e non avendo ricevuto le spettanze dovute a saldo della fattura, la ditta ha sollecitato il pagamento e ha poi notificato un decreto ingiuntivo nei confronti del Comune di Giardini Naxos.

Decreto ingiuntivo. Nel decreto ingiuntivo del dicembre 2016, rimasto sin qui pendente presso il Tribunale Civile di Messina, l’impresa richiedeva oltre alla citata soma anche interessi legali dovuti alla maturazione del credito sino all’effettivo soddisfo, oltre a spese generali del 15% relativamente a fatture insolute per i servizi svolte. L’11 dicembre 2018 l’impresa ha invitato l’ente a trovare una soluzione bonaria alla pendenza e a fissare un tavolo di confronto per risolvere la questione.

La transazione. A seguito di un incontro, alla presenza dell’assessore Carmelo Villari, si è così arrivati ad un atto transattivo, ora approvato il 27 agosto scorso dalla Giunta, con il quale il Comune si è impegnato a liquidare la somma complessiva e definitiva di 9 mila euro, concludendo il contenzioso senza più nulla a pretendere da ambo le parti.

© Riproduzione Riservata

Commenti