Nino Scandurra, presidente dell'Associazione Commercianti Taormina

“Taormina deve vivere anche d’inverno e per questo lanciamo un appello al nuovo assessore al Turismo, Manlio Messina affinché si possano vincolare le singole concessioni del Teatro Antico per l’estate 2020 all’obbligo di fare un evento anche nel periodo poi di bassa stagione”. Lo afferma il presidente dell’Associazione Commercianti Taormina, Nino Scandurra che così rimarca la necessità di puntare a Taormina sull’intrattenimento nel periodo invernale e al contempo evidenzia anche la necessità di fare “eventi di qualità in estate”.

Le serate di Bocelli. “Certamente non possiamo che condividere l’affermazione del sindaco Mario Bolognari sulle serate recenti che hanno visto protagonista Andrea Bocelli al Teatro Antico, il fatto cioè che in quelle due serate ci sia stato un movimento di alta qualità in città e che Taormina debba puntare su questa tipologia di eventi. Noi lo diciamo già da parecchio tempo. Il 30 e 31 agosto scorsi c’era gente da diversi Paesi di tutto il mondo e gli operatori economici hanno lavorato di più rispetto ad altri appuntamenti che non portano un ritorno significativo ed utile alle forze economiche del territorio. Hanno lavorato bene un pò tutti, anche alberghi e ristoranti ma non soltanto loro. Abbiamo avuto modo di notare gente che era arrivata qui anche dall’Australia”.

Taormina Jazz Festival. “Sono questi i flussi che possono fare la differenza e sui quali bisogna puntare per dare un futuro importante alla città di Taormina. Servono spettacoli di qualità e, a questo punto, speriamo anche che l’Amministrazione comunale possa intanto dare una mano per la 10a edizione del Taormina Jazz Festival, che ha una sua storia e ha sempre attratto l’attenzione di molti turisti stranieri. Una rassegna che anche nei mesi di bassa stagione abbiamo proposto e portato avanti, non senza fatica, e per la quale c’è bisogno di ossigeno”.

L’appello. Poi Scandurra lancia l’appello all’assessore regionale al Turismo: “All’assessore Messina, e di riflesso anche al Parco di Naxos-Taormina, vogliamo chiedere di vincolare a partire dai prossimi atti la concessione del Teatro Antico per l’organizzazione di questi grandi eventi e con l’obbligo per gli impresari di fare poi uno spettacolo d’inverno a Taormina. Il guadagno dell’evento estivo potrà sicuramente essere sufficiente, di gran lunga, per coprire i costi di quanto dovrà essere organizzato nel periodo invernale”.

Palacongressi. Scandurra spinge poi il Comune di Taormina ad affrettare i tempi per la previsione e l’espletamento del bando di gara per la gestione futura del Palazzo dei Congressi: “C’è la necessità assoluta di accelerare. Senza il Palacongressi non c’è la possibilità di fare nulla nei mesi invernali in termini di intrattenimento. Ma questo, ovviamente, vale anche per i congressi che Taormina potrebbe accogliere ed ospitare e che invece non possono essere organizzati qui perché manca un gestore e c’è ancora questa situazione di incertezza. Sappiamo tutti che il Comune non può gestire il palazzo e che dovrà essere indetta una gara d’appalto ma la nostra richiesta è che si stringano i tempi per predisporre e poi effettuare questa gara”.

© Riproduzione Riservata

Commenti