il manager dell'Asp Messina, Paolo La Paglia

In attesa della firma della convenzione che dovrebbe sancire la conferma pluriennale del Centro di Cardiochirurgia Pediatrica a Taormina, si va intanto definendo il quadro economico inerente alcune somme arretrate che nell’ambito della convenzione in atto tra Regione Siciliana e Bambino Gesù di Roma erano dovute proprio all’ospedale pediatrico.

Le pendenze sanate. Si tratta di importi che si erano progressivamente accumulati negli anni passati, pagamenti rimasti in sospeso verso il “Bambino Gesù”, gestore della struttura specialistica del Ccpm Taormina. In tal senso la situazione è stata ora normalizzata dal direttore generale dell’Asp Messina, dott. Paolo La Paglia, in carica al vertice dell’azienda dal 18 dicembre scorso. L’Azienda Sanitaria Provinciale ha versato, nello specifico, spettanze arretrate per gli anni 2017 e 2018 per un totale di quasi 800 mila euro. Nel dettaglio, i versamenti effettuati dall’Asp riguardano il pagamento del personale medico del “Bambino Gesù” per l’anno 2018 per un importo di 591 mila 764,08 euro, e la quota fissa della convenzione dell’anno 2017 (1 ottobre 2017 – 31 dicembre 2017) per 200.000,00 euro.

Ora la convenzione. Adesso l’aspettativa più importante riguarda le numerose famiglie che sperano in un’accelerazione dell’iter procedurale per la ratifica della nuova convenzione tra Regione Siciliana e Bambino Gesù. L’accordo in essere scade nel luglio 2020 e le parti intendono estendere la collaborazione anche ai prossimi anni e per l’esattezza si prospetta un’intesa per 3 anni. La massima disponibilità ad andare avanti insieme per proseguire le attività a Taormina è già stata data di recente dal presidente del “Bambino Gesù”, Mariella Enoc. La prospettiva è quella di un doppio centro di Cardiochirurgia pediatrica in Sicilia, uno cioè per la Sicilia Orientale, dove si prevede che rimanga operativo il Ccpm Taormina, mentre nella Sicilia Occidentale si punta sull’attivazione di una struttura specialistica a Palermo.

© Riproduzione Riservata

Commenti