Orlando Russo, sindaco di Castelmola
Orlando Russo, sindaco di Castelmola

I quattro Comuni si confronteranno già a settembre per cominciare a tracciare le linee guida del percorso che potrebbe portare ad una intesa per una multiservizi comprensoriale. La conferma arriva dal presidente dell’Unione dei Comuni Naxos-Taormina, Orlando Russo (sindaco di Castelmola), secondo il quale “Taormina, Giardini, Castelmola e Letojanni sono di fronte ad un vero e proprio bivio strategico e la volontà delle rispettive Amministrazioni è quella di fare sinergia, nella consapevolezza che da soli non si va più da nessuna parte”. L’ammissione di Russo diventa ancor più strategica perché il primo cittadino di Castelmola, oltre a guidare l’Unione dei Comuni è anche presidente dell’Ati Idrico, e il discorso investe di riflesso anche il futuro del Consorzio Rete Fognante, per il quale da tempo si parla di una trasformazione in società per capitali.

Lo scenario. “Bisogna fare chiarezza su quello che si potrà fare e su quello che invece non è possibile fare – afferma Russo -. Acqua e fognatura sono ormai di competenza dell’Ati Idrico e questo sulla base di apposite normative regionali e nazionali che non possiamo bypassare o ignorare. Quindi il ragionamento che bisognerà fare sulla Rete Fognante sarà differente. Mentre sul discorso di una multiservizi tra Taormina, Giardini, Letojanni e Castelmola ad esempio sul trasporto urbano il percorso sarebbe molto più agevole ed è auspicabile per tutti che anzi questa soluzione si realizzi”. Ad oggi, come si sa, i servizi di trasporto urbano nel comprensorio li effettua solo l’Asm nella città di Taormina, e proprio l’Azienda
municipalizzata che dovrà uscire dalla liquidazione (in corso da 8 anni) potrebbe essere trasformata in Spa. I collegamenti che oggi avvengono solo a Taormina, tra il centro e le frazioni con i bus navetta di Asm, potrebbero estendersi nei prossimi anni anche a Letojanni e a Giardini, oltre che a Castelmola.

Vantaggi per tutti. “Verificheremo molto presto se ci saranno le condizioni per questo accordo a quattro che nel trasporto può già avere un punto di partenza di grande rilievo per l’utenza dell’hinterland. Una multiservizi e quindi una gestione intercomunale delle linee urbane sarebbe un fatto serissimo e utile a tutto il comprensorio”, afferma Russo, e “ci collegherebbe a monte anche con Mongiuffi e Gallodoro, che sono parte integrante dell’Unione dei Comuni”.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti