“Le dichiarazioni di Matteo Salvini contro il presidente Berlusconi appaiono sgradevoli, nei toni e nei contenuti, in un momento in cui le forze del centrodestra sono chiamate a trovare le giuste convergenze politiche e strategiche, a riunirsi e contrastare in modo coeso il nascituro governo M5S-PD che minaccia di far sprofondare il Paese nel caos, occorre un confronto sereno e costruttivo, con una fase costituente che dia rinnovato slancio e vigore ad un nuovo progetto unitario delle forze di centrodestra”. Lo afferma la senatrice di Forza Italia, ed esponente di riferimento di Forza Italia in Sicilia, Urania Papatheu.

Il ruolo di Berlusconi. “Al collega Salvini – afferma Papatheu – consiglio di riflettere e mettere da parte le velleità sovraniste di contrastare da solo la sinistra e il M5S. Inaccettabile e irrispettosa appare l’espressione rivolta al nostro Presidente, che ha sempre sostenuto con lealtà la Lega all’interno della coalizione di centrodestra e ne ha rispettato l’operato anche nell’ormai ex governo Lega-M5S in cui Forza Italia è rimasta all’opposizione. Nessuno di noi ha mai avuto parole così inopportune in un momento cruciale come questo per l’Italia. Rivolgo a Salvini un appello: abbassi i toni e si confronti, perché uniti si vince e divisi si perde. Chiudere la porta in faccia a noi di Forza Italia non lo aiuterà e non lo riporterà certo al governo. Dietro quella porta c’è un signore che si chiama Silvio Berlusconi, un uomo e uno statista che ha scritto pagine di storia del Paese e con la sua esperienza può ancora dare, senza alcun dubbio, un contributo determinante di esperienza e un apporto fondamentale di saggezza per ricostruire il centrodestra e salvare l’Italia dal disastro”.

Governo M5S-Pd a trazione nordista. La sen. Papatheu lancia poi un messaggio ai vertici di Forza Italia nel Mezzogiorno: “Come ha evidenziato il presidente Musumeci, il Sud è il grande assente dal tavolo di confronto tra le forze politiche che daranno vita al nuovo governo nazionale e viene soprattutto ignorato nel loro programma. Lega e M5S ci avevano dedicato la miseria di 8 righe, PD e M5S nemmeno quello. Per questo chiedo ai coordinatori del nostro partito di avviare una fase di forte coesione d’intenti e di impegno politico contro l’evidente intenzione di PD e M5S di penalizzare ancora una volta il Mezzogiorno. Vogliono condannare il Sud ad una inaccettabile condizione di assistenzialismo e all’arretratezza economica, sociale ed occupazionale. E’ il momento per dire “No” all’ennesimo scippo. Ripartiamo dal Sud per dire no a un altro governo illegittimo e per bilanciare l’ennesimo governo a trazione nordista”.

© Riproduzione Riservata

Commenti