parcheggio di contrada Piano Porto

L’area di Piano porto è destinata a non uscire dai “radar” del Comune di Taormina il 31 agosto. Il piazzale che in questi giorni, e sino a fine mese, viene utilizzato dalla città come punto di sfogo aggiuntivo per il sistema di viabilità e parcheggi, potrebbe infatti presto essere oggetto di una proposta del Comune (con Asm) alla proprietà privata che al momento ha concesso l’area in affitto per il periodo estivo di grande afflusso turistico a Taormina.

L’addizione. Piano porto è stato attivato dal 21 luglio scorso da Asm, che si è fatta carico dei costi di locazione e di funzionalizzazione dell’area per consentire alla città di trovare quell’ulteriore parcheggio essenziale ad affrontare l’emergenza parcheggi e per scongiurare che in extremis venisse ridotta l’agibilità per gli eventi al Teatro Antico. Il parcheggio che è diventato l’addizione aggiuntiva ai circa 2 mila posti auto di Lumbi, Porta Catania, Porta Pasquale e Mazzarò, è ora oggetto di valutazioni della casa municipale per il futuro. La Giunta aspetterà l’autunno, con la consapevolezza che l’area potrebbe essere anche nel 2020 un supporto alla città nella stagione turistica e tenendo anche conto che per eventuali altre scelte della proprietà dovrebbe poi comunque esserci, in ogni caso, un confronto con il Comune alla luce dell’attuale situazione urbanistica dell’area.

L’ipotesi. “L’acquisto dell’area di Piano Porto ad oggi è un’ipotesi che non è stata presa in considerazione – afferma il sindaco Mario Bolognari – anche perché Piano Porto come parcheggio ha un senso per le emergenze e per periodi limitati, come in questo mese e mezzo in cui è stato attivato questa estate. E poi, prima di tutto, su Piano Porto se dovessero nascere dei ragionamenti bisognerebbe definire il tutto anche in un quadro di variante al Prg, un passaggio che al momento non può essere fatto”.

L’ora della decisione. “Aspettiamo che finisca questo periodo – spiega il sindaco – e poi per prima cosa ci chiariremo noi le idee sulle eventuali iniziative. A settembre o ottobre valuteremo se aprire o meno un ragionamento con la proprietà di Piano Porto. Adesso la cosa importante da evidenziare è che il parcheggio sta funzionando, e a dispetto delle polemiche e degli scetticismi iniziali, anche nel recente week-end, come sabato scorso, sono stati sfiorati i circa 500 accessi. Sono numeri importanti e da valutare in modo certamente positivo”.

© Riproduzione Riservata

Commenti