Taormina, Piazza S.Antonio
caos veicolare in piazza Sant'Antonio

La delibera è pronta e sta per arrivare in Consiglio comunale, poi sarà la volta della Giunta. Così il Comune di Taormina accelera l’iter per la futura attivazione di un sistema di controllo elettronico della viabilità mediante Ztl e telecamere. Per l’iniziativa che entrerà in vigore dal 2020 si stringono i tempi verso il relativo project financing e il sindaco Mario Bolognari ha annunciato che “si stanno predisponendo le procedure finalizzate alla discussione in Consiglio comunale e per il successivo passaggio che riguarderà l’Esecutivo.

Verso l’Urega. Questi due passaggi dovrebbero essere espletati, stando a quanto ipotizzato dal primo cittadino, nel mese di settembre. A quel punto si potranno avere gli incartamenti pronti da trasmettere all’Urega. L’iter, con la documentazione già inviata all’Esecutivo, è stata predisposto dal vicecomandante della Polizia locale, Daniele Lo Presti, responsabile unico del procedimento. “In autunno si darà corso a quanto attiene il project financing e la relativa procedura all’Urega – spiega Bolognari -, per poi essere pronti o a Pasqua o in primavera a sperimentare il tutto. In ogni caso stiamo andando avanti con l’assoluta convinzione che possa trattarsi di un’iniziativa certamente utile ed importante per la città”, ha evidenziato il primo cittadino. Sull’argomento si era registrata di recente qualche polemica, con l’opposizione che ha lamentato quello che è stato definito “l’ennesimo annuncia e poi l’ennesima incompiuta” da parte dell’Amministrazione e adesso dai vertici di Palazzo dei Giurati è arrivata la rassicurazione del sindaco sulla volontà di portare a compimento queta progettualità.

Strisce blu a Mazzeo. Il piano che scatterà l’anno prossimo punterà a riorganizzare la circolazione nel centro storico e anche nella zona di Mazzeo, in un’ottica di razionalizzazione dei flussi e per un maggiore controllo della circolazione, che spesso rappresenta un problema per la città e soprattutto nei mesi di maggiore afflusso turistico, quando i non residenti prendono “d’assalto” il salotto di Taormina. A Mazzeo si andrà, invece, a ultimare la procedura di acquisizione della titolarità del lungomare, sdemanializzandolo, e a quel punto si potranno attivare le strisce blu che saranno parte integrante del piano delle Ztl. L’obiettivo è quello di arginare proprio i flussi nella stagione turistica e mettere ordine in una situazione di frequente caoticità. Nell’ambito di questa iniziativa, oltre alla relativa previsione delle strisce blu, verrà prevista anche un adeguato numero di stalli per le persone diversamente abili.

© Riproduzione Riservata

Commenti