la baia di Villagonia

Courmayeur vince la sfida con Taormina nell’esito del sondaggio #SummerGame24, mare o montagna? lanciato da Il Sole 24 Ore. Nell’occasione è andato in scena dal 26 luglio al 1 agosto scorso un ideale derby tra luoghi marini e località montane e nel caso specifico tra la capitale del turismo siciliano e una delle mete più celebrate del turismo d’alta quota. “L’obiettivo dell’iniziativa (che sta interessando anche altre mete turistiche italiane) – ha evidenziato Il Sole 24 Ore – è quello di esplorare il potenziale turistico delle località, la qualità dell’offerta per vacanzieri, posizionamento di mercato, valorizzazione dell’industria culturale, proposte sportive. Il tutto con il racconto di una vera e propria dote economica di cui magari non sempre abbiamo consapevolezza”.

Operazione Cina. Questo l’approfondimento proposto da Il Sole 24 Ore su Taormina: “L’ultima sfida è stata lanciata qualche settimana fa. E punta direttamente al mercato cinese. Un modo per aggiungere al mercato esistente quello dei ricchi cinesi, magari per compensare le flessioni, visto che mancano gli inglesi, probabilmente anche a causa dell’incertezza della Brexit. Bene, invece, i clienti tradizionali come quello francese, americano e tedesco. I dati 2018 mostrano come Taormina sia ancora una meta in piena salute: l’anno scorso le presenze complessive sono state 1.104.528 (l’83,4% stranieri) con un incremento del 3,55% rispetto all’anno precedente. La città, per ampliare il raggio d’azione e la stagione – che dura sette mesi circa – sta cercando alleanze e collaborazioni con il comprensorio vitivinicolo etneo; nel frattempo si sta ristrutturando per riaprire con nuovo slancio l’hotel San Domenico che ospitò, tra gli altri, i leader politici mondiali in occasione del G7. Taormina, complici una serie di eventi culturali di livello, è anche una meta costante di celebrità, con tutte le ricadute conseguenti: in città c’è chi parla di «assedio» da parte dei turisti, soprattutto mordi e fuggi. Ma il sindaco Mario Bolognari dice: “C’è già un ticket d’ingresso che vale 700 mila euro l’anno. Il problema non è questo, ma innalzare ancora il livello dei servizi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti