genitori in fermento per la mancata assegnazione del Buono Libri 2018-19

“Il Comune di Taormina non ha erogato le somme che aspettavamo per il Buono Libri dell’anno scolastico 2018-19 e al momento non sappiamo nemmeno se e quando arriveranno quei fondi che da sempre sono un aiuto prezioso per le famiglie e soprattutto per quelle che hanno più di un figlio al quale dover acquistare i libri scolastici”. Lo afferma la presidente del Consiglio d’Istituto del Comprensivo 1 di Taormina, Ornella Monforte, che insieme alla vicepresidente Manuela Trifiletti, non fa mistero del disappunto del Consiglio d’Istituto verso i vertici di Palazzo dei Giurati

L’attesa. “Da mesi attendiamo invano – spiega Monforte – che il Comune ci faccia sapere se e quando verrà erogato il Buono Libri (per le scuole medie) per l’anno scolastico 2018-19. Ci dicono che la mancata approvazione del bilancio di previsione 2019 ha bloccato tutto e che non si possono prendere impegni di spesa ma il bilancio 2018 il Consiglio lo ha approvato nei giorni scorsi e di queste somme non c’è traccia tra i relativi impegni assunti. Sappiamo, ovviamente, che non si tratta di somme dovute ma è un aiuto utile alle famiglie che hanno piu figli che vanno a scuola”.

Aiutare le famiglie. “Questo ritardo e la relativa incertezza sull’argomento – continua Monforte – non aiutano le famiglie, che a breve dovranno ora acquistare i libri per l’anno scolastico 2019-20. Si tratta di circa 10 mila euro, poche migliaia di euro, che non crediamo sia impossibile trovare in bilancio per un Comune come Taormina, tanto più se si parla di somme per aiutare le famiglie che hanno bisogno di un sostegno. Ci risponderanno con l’elenco delle cose fatte e noi ringraziamo, ma si tratta in ogni caso di atti dovuti, e non di cortesie nei nostri riguardi. E comunque tutto quello che verrà fatto sara sempre poco rispetto a tutto quello di cui necessitano i bambini nei plessi scolastici della città”.

Volontà politica. “Molti genitori ci chiedono di questi buoni libro – afferma Manuela Trifiletti – ma nessuno sa dirci come stanno le cose. Ci sentiamo presi in giro con questa storia del bilancio non approvato. La precedente Amministrazione precedente, pur con le sue indubbie mancanze, quelle somme le ha erogate e lo ha fatto nei tempi, e ad aprile o maggio sono state stanziate. Crediamo che stavolta sia piuttosto un problema di mancanza di volontà politica”.

© Riproduzione Riservata

Commenti