la recente riapertura di "Qui Conviene" a Letojanni
I punti vendita della grande distribuzione a Taormina, Giardini e Letojanni stanno riaprendo dopo mesi di crisi e si è da poco concretizzato il passaggio di consegne da “Gicap” a “Like Sicilia Srl” (gruppo Apulia) ma intanto restano in atto alcune pendenze nei confronti dei lavoratori e per questo la Fisascat Cisl Messina, con nota a firma del segretario generale, Salvatore D’Agostino, ha inviato ieri una nota al Tribunale di Messina (Sezione Concordato). La comunicazione riguarda il concordato tra le parti, con una “richiesta di informazioni sulla liquidazione delle spettanze arretrate ai lavoratori Gicap”. La comunicazione della Fisascat Cisl Messina è indirizzata per conoscenza anche alle due società.
Gli arretrati. “Intendiamo porre alla vostra cortese attenzione come a fronte di impegni presi in fase di conciliazione da parte di Commerciale Gicap, e di Like Sicilia srl in cui rassicuravano a fronte di rinunce dei lavoratori sulle proprie retribuzioni indicate in conciliazione – si legge nella nota a firma di D’Agostino -, di un impegno a sollecitare il il Tribunale di Messina che si occupa del concordato della ditta Commerciale Gicap, a fare in modo di potere liquidare le spettanze arretrate maturate dai lavoratori della Commerciale Gicap con il vostro consenso in tempi rapidi”. “Ad oggi, per vostra informazione – continua D’Agostino – i lavoratori hanno ricevuto solo circa il 30 per cento delle loro spettanze pregresse con grave difficoltà a potere fare fronte alle esigenze di intere famiglie coinvolte. Nel chiedervi di conoscere da parte del Tribunale preposto quasi siano le ragioni che impediscono ad oggi il benestare alla liquidazione di queste spettanze, confidiamo nella sensibilità di tutti per la risoluzione di tale problematica”.
Le date. Si punta, insomma, a completare il quadro di quella che è la svolta in atto nella vicenda che ha vissuto momenti difficili per i lavoratori e che si è avviata poi ad un momento risolutivo. Ora il sindacato sollecita la definizione degli aspetti riguardanti gli emolumenti arretrati spettanti ai lavoratori. A Letojanni il punto vendita “Qui Conviene” ha già riaperto qualche giorno fa (il 25 luglio scorso), ora si attende la riapertura dell’Ard di Trappitello (Taormina). Stessa prospettiva per il “Superstore” di Giardini Naxos. “Si parla di una riapertura entro la prima decade di agosto ma non abbiamo ancora conferme sulla data esatta e auspichiamo si possa riaprire al più presto anche perché siamo in piena stagione turistica”, evidenzia D’Agostino.
Spaccio Alimentare. C’è attesa anche sul fronte dello “Spaccio Alimentare” di Giardini Naxos, chiuso ormai da mesi. L’avvenuto passaggio dal gruppo Cambria al Gruppo Arena (con il relativo transito dei lavoratori) ha sbloccato la vicenda: “Qui – secondo quanto reso noto nei giorni scorsi dalla Fisascat Cisl – i tempi saranno un pò più lunghi per la riapertura e bisognerà aspettare fine estate o settembre forse. Intanto si sta avviando un esame congiunto delle procedure che stanno portando al previsto passaggio di proprietà, sul quale c’è l’accordo tra le parti ed è già arrivato l’ok al concordato che è stato omologato dal Tribunale di Barcellona”.

© Riproduzione Riservata

Commenti