i lavori avviati dall'IC 1 Taormina

A poco più di un mese dall’avvio del nuovo anno scolastico lavori in corso nei plessi dell’Istituto Comprensivo 1 di Taormina. La dirigente Carla Santoro è riuscita ad intercettare due finanziamenti ministeriali, uno da 146 mila 500 euro e un altro da 89 mila e 800 euro per interventi di manutenzione nei locali scolastici, ed in particolare si sta già intervenendo sulle strutture di Taormina centro.

Il punto sui plessi. “Si tratta di piccole manutenzioni ordinarie – spiega dirigente, dott.ssa Santoro -, ovviamente non si parla di interventi strutturali. Le scuole di taormina quelle più datate, che necessitano dei maggiori interventi. A Mongiuffi, Forza d’Agrò e Letojanni i plessi sono già stati ristrutturati o su iniziativa della scuola o con opere fatte realizzare dai Comuni. Stiamo effettuando dei lavori per porre rimedio a una serie di problemi come ad esempio delle prese rotte, flessibili danneggiati, pavimenti da sistemare, pezzi di scale divelte e soprattutto ci stiamo occupando di tinteggiare le aule e gli ambienti dei vari plessi. Siamo già intervenuti nella scuola dell’infanzia di Taormina, abbiamo quasi completato a Trappitello in via Santa Filomena. Sono soprattutto in corso i lavori a Taormina centro (scuola media), dove si ravvisa l’esigenza delle opere principali. Poi ci occuperemo di Mazzeo e di Trappitello, per quanto riguarda il plesso di Via Francavilla”.

Aspettando il Comune. In questa fase si sta intervenendo con risorse intercettate dall’istituto Comprensivo dalle opportunità del Miur ma l’aspettativa è che anche il Comune possa fare la sua parte e contribuire al miglioramento delle condizioni dell’edilizia scolastica. “Ci siamo dovuti organizzare e fare il possibile per porre rimedio alle problematiche in essere – continua la dirigente -, anche perché il Comune è rimasto sin qui senza bilancio e non potevamo aspettare, quando siamo ormai a poco più di un mese dall’avvio delle lezioni. Adesso, tuttavia, ci aspettiamo che il Comune risolva i propri problemi finanziari e che possa fare la sua parte, attivandosi per interventi di maggiore spessore che potrebbero certamente far migliorare in modo ancor più significativo la situazione degli ambienti scolastici del nostro territorio”.

© Riproduzione Riservata

Commenti