la premiazione di Gina Lollobrigida al Teatro Antico

Tutti in piedi al Teatro Antico di Taormina per celebrare, Gina Lollobrigida, icona del cinema italiano. A premiare la diva, nel corso del “Premio cinematografico delle nazioni”, è stato lo storico ex sindaco di Taormina, Eugenio Longo, che, molti anni fa, l’aveva già incontrata sempre nel palcoscenico della cavea. Hanno preso parte, inoltre, alla cerimonia la senatrice Urania Papatheu e il prefetto di Messina, Maria Carmela Librizzi. L’evento è stato organizzato da Tiziana Rocca e Michel Curatolo, con una tre giorni di cinema dedicata anche al tema del rispetto dell’Ambiente. Nel corso della serata è stato consegnato un riconoscimento all’highlander Christopher Lambert. Un premio è andato, dopo l’applaudito concerto dal titolo “la musica è pericolosa”, al maestro Nicola Piovani. A consegnare il ricordo sono stati il direttore del parco archeologico di Taormina e Naxos, Gabriella Tigano e Carmelo Briguglio, capo segreteria dell’assessorato Beni Culturali.

I protagonisti. Sono stati quindi conferiti diversi premi ad alcuni protagonisti e volti noti del cinema italiano e precisamente: Martina Stella (premiata dall’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina che ha ricordato la figura dello scomparso scrittore, Andrea Camilleri), Ron Moss (premio “La botte” consegnato dal ristoratore, Pippo Chemi), Daniele Pecci, Maria Fernanda Candido, Remo Girone (che ha recitato il discorso finale del “Dittatore”‘di Charlie Chaplin ed è stato premiato dalla senatrice Papatheu, che ha supportato l’organizzazione dell’evento), Alessio Boni (il quale ha ricordato che nel 1986 si trovava nella cavea ad effettuare, da militare, servizio d’ordine mentre adesso si è trovato nel palcoscenico dove ha ricevuto un prezioso riconoscimento dalle mani dell’onorevole, Elvira Amata), Alexandra Dinu, Gianmarco Tognazzi (che ha ricevuto un premio alla memoria di papà Ugo consegnato dall’imprenditore, Nicola Sanfilippo) Ellen Hidding (premiata da Vincenzo Pepe e l’onorevole Raffaele Stancanelli).

Remo Girone premiato da Urania Papatheu

Un ricordo speciale. Infine, è stata la volta di un ricordo importante. È stata premiata la “Sovrintendenza del mare”, idea del tragicamente scomparso assessore-archeologo, Sebastiano Tusa. A ricevere una splendida scultura è stata la moglie del compianto prof. Tusa, Valeria Patrizia Li Vigni. Erano presenti sul palco anche il regista, Terry George, l’attore Rocco Ancarola, lo chef Ciccio Suttano, l’Imprenditore, Luca Busi e Charlie Arturaola (protagonista durante le giornate dedicate al premio di interessanti degustazioni di vini, avvenute in collaborazione con Gioele Micali, delegato dell’Associazione italiana sommelier).

© Riproduzione Riservata

Commenti