l'equipe medica del Ccpm pronta ad intervenire

Corsa contro il tempo a lieto fine al Centro di Cardiochirurgia Pediatrica di Taormina per salvare la vita ad un bambino di 6 mesi. Il bimbo giunto a Taormina da Casteltermini (Agrigento) necessita di un intervento di correzione di un difetto interventricolare, ma si era riscontrata sin qui la difficoltà a reperire le sacche di sangue del gruppo sanguigno del piccolo. Il sangue in questione è “B Negativo”, un gruppo rarissimo e per questo si è attivata la macchina procedurale dell’Asp Messina, guidata dal direttore generale, dott. Paolo La Paglia, e nel pomeriggio di ieri si è arrivati finalmente alla svolta.

La ricerca e la svolta. Taormina si approvvigiona solitamente dalla provincia di Siracusa ma le due sacche di sangue necessarie per aiutare questo bimbo nel caso specifico non erano disponibili e così si è dovuto cercare una soluzione alternativa. Si sono vissute ore di apprensione, con il timore di non riuscire a trovare il sangue o che comunque i tempi si sarebbero potuti sensibilmente allungare. La direzione generale dell’Asp Messina è riuscita a risolvere il problema in tempi rapidi attraverso il Centro Trasfusionale di Patti, e così nel pomeriggio è stato attivato l’iter per fare arrivare da lì già entro la serata al Centro di Cardiochirurgia Pediatrica del Mediterraneo le due fondamentali sacche di sangue di cui ha bisogno il neonato in questione.

Oggi l’intervento. Oggi l’equipe degli “angeli del cuore”, con tutto lo staff del Bambino Gesù che gestisce il centro specialistico di Taormina, potrà così entrare in azione ed effettuerà l’intervento di cui necessita il bambino proveniente con la sua famiglia da Casteltermini.

© Riproduzione Riservata

Commenti