i lavori in corso al Piano Porto

Mentre l’Azienda Servizi Municipalizzati di Taormina è impegnata in una corsa contro il tempo per completare i lavori per l’attivazione del nuovo parcheggio in zona Piano Porto, la politica accende i riflettori sull’iniziativa e s’infiamma la polemica. Il consigliere di opposizione Antonio D’Aveni parla di “iter illegittimo” e attacca l’Amministrazione comunale.

Danno per Asm. “Si tratta di una procedura illegittima – afferma  D’Aveni -. Il rischio al quale si sta andando incontro è quello di un danno per le casse Asm a fronte di un assai dubbio ritorno economico in questa operazione improvvisata. Ricordiamoci che Asm dovrà accollarsi così i costi per il canone di locazione, i costi per il personale da dislocare sul luogo e quelli per l’attivazione e funzionamento del servizio bus-navetta per il trasporto dell’utenza. In tutta questa operazione il Consiglio comunale di Taormina è stato ignorato e bypassato, mentre è l’organo al quale competono queste scelte”.

Le competenze. “Le tariffe chi le deciderà? Il biglietto di Piano Porto – continua D’Aveni – costerà più o meno dei parcheggi Lumbi e Porta Catania? Sentiamo dire che ci sarà una tariffa fissa ma ribadisco il punto: queste decisioni competono al Consiglio comunale, non ad altri. Ci attendiamo spiegazioni dal liquidatore e dal sindaco, che ha avallato questa iniziativa. Riteniamo illegittimo l’iter di avvenuto affitto di Piano Porto da parte di Asm, che ricordiamo è un ente in fase di liquidazione e che si farà carico di pagare un canone di affitto. Chiediamo che venga bloccata questa operazione scriteriata”

© Riproduzione Riservata

Commenti