possibili collegamenti aerei tra le Eolie e Taormina
una splendida panoramica di Lipari

Dal convegno “Non solo per mare”, organizzato dal Comitato per i Trasporti eoliani col patrocinio del Comune di Lipari, arriva un importante impegno della Regione Siciliana che punta ad introdurre nuovi collegamenti con le Isole Eolie e non più soltanto via mare. Il dibattito è stato fortemente voluto dal componente del Comitato trasporti, Emanuele Carnevale, per valutare proprio altre forme di collegamento tra le Isole Eolie e la terraferma, ad integrazione di quelli marittimi.

Soluzioni integrative. La presidente del Comitato, Sarah Tomasello, che ha introdotto e presieduto i lavori, a sua volta ha sottolineato l’importanza sia sociale che turistica di dotarsi di nuove moderne forme di collegamento. Sono seguiti una serie di interventi tecnici volti ad illustrare la fattibilità di soluzioni integrative (elicotteri, idrovolanti, piccoli aeromobili) o in alcuni casi alternative al trasporto via mare che oltre a comodità e rapidità di spostamento possano assicurare i collegamenti con la terraferma anche alle isole più remote o in condizioni meteomarine avverse.

Un piano dei collegamenti. Il presidente d Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori Sicilia, Christian Del Bono, ha chiesto espressamente ad Armao di farsi promotore affinché la Regione in raccordo con gli Enti locali provveda in tempi brevi a redigere un piano dei collegamenti che abbracci anche altri mezzi di trasporto con l’obiettivo di ottimizzare ed integrare le risorse in atto messe a disposizione per i collegamenti tra le Eolie e la terraferma. Ferma restando l’importanza prioritaria di lavorare incessantemente al miglioramento delle infrastrutture portuali e degli attuali collegamenti marittimi con le isole non ritenuti soddisfacenti.

Soluzioni multivettoriali. Il vicepresidente della Regione, Gaetano Armao, nel richiamare la valenza del territorio eoliano si è impegnato a valutare – in accordo con il Presidente Musumeci e l’Assessore Falcone – soluzioni “multivettoriali” a servizio dell’arcipelago e a ricercare le risorse economiche necessarie aa integrarne la dotazione necessaria.

I vantaggi. Altre realtà insulari a livello internazionale già adottano forme diverse e più efficaci di collegamento e la sfida che si apre, a questo punto, potrebbe evidentemente portare molteplici vantaggi sotto tanti punti di vista e migliorare il confort e la qualità dei collegamenti, oltre che diminuire i tempi di percorrenza tra le Eolie e i principali aeroporti e le località di riferimento. Il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni si è detto molto interessato a valutare altre forme di collegamento che possano integrare il sistema dei trasporti eoliano e ha sollecitato l’assessore regionale all’Economia Gaetano Armao affinché la Regione avvii quanto prima uno studio di verifica con l’obiettivo di introdurre nuove forme di mobilità per il territorio.

Lo scenario a Taormina. La prospettiva di nuovi collegamenti non solo via mare tra le Eolie e la terraferma riguarderà le zone strategiche della Sicilia e in questa riflessione entrerà di diritto anche Taormina, dove da tempo si pensa alla realizzazione di un’elipista che possa stabilire un ponte aereo diretto tra la capitale del turismo siciliano e le bellissime località eoliane. Taormina, come si sa, ha già un’elipista ma quella esistente non può essere utilizzata per altra finalità che non sia quella delle emergenze sanitarie. Per questo il sindaco di Taormina, Mario Bolognari ha lanciato l’idea di individuare un’altra area dove approntare una nuova elisuperficie da dedicare ai servizi e le attività del turismo. Una possibilità che verrà esplorata nei prossimi mesi cercando di individuare uno spazio dove concretizzare questa iniziativa. D’accordo con questa volontà si è già dichiarato, tra gli altri, il presidente emerito di Uftaa (la Federazione mondiale degli Agenti di Viaggio), Mario Bevacqua, che ha evidenziato l’utilità strategica che avrebbe un’elipista per il turismo e a maggior ragione un collegamento aereo diretto proprio tra Taormina e le Eolie.

L’interesse di tutti. In sostanza, Taormina potrebbe avere il suo legittimo interesse ad approntare questo nuovo tipo di collegamento, per un discorso di ritorno turistico ed economico con altrettanta convenienza per le Isole Eolie. E allo stesso tempo la Regione inserirà Taormina nei vari ragionamenti da fare nel contesto dello studio preannunciato da Armao e potrebbe a sua volta favorire questa iniziativa con la chiara consapevolezza dell’importanza strategica che avrebbe una connessione diretta e veloce tra le mete più rappresentative e di maggiore fascino del turismo siciliano.

© Riproduzione Riservata

Commenti