Mario Bolognari, sindaco di Taormina

“Piena solidarietà  all’amico e al professionista Mauro Passalacqua, colpito nelle scorse ore da un ignobile gesto. Siamo di fronte ad un fatto grave ed io sollevo un problema di carattere generale che troppo spesso viene sottaciuto o sottovalutato. Quanto accaduto è la conferma di una esagerata sovreccitazione comportamentale e sociale che si riscontra in tanti, troppi, contesti”. Così il sindaco di Taormina, il prof. Mario Bolognari commenta la recente aggressione di martedì scorso al primario del Pronto Soccorso, Mauro Passalacqua. Il primo cittadino fa una più ampia analisi che investe anche gli aspetti sociali e comportamentali.

Rivedere il sistema. “Siamo di fronte ad un problema – evidenzia il prof. Bolognari – che si riscontra un pò ovunque e ovviamente non solo a Taormina ma che c’è e va affrontato. L’aggressione al dott. Passalacqua è uno di quegli episodi che, tuttavia, sono figli del degrado dei comportamenti. Mi chiedo, intanto, come sia stato possibile che un disabile psichiatrico fosse al Pronto Soccorso. Deve esserci un filtraggio e va rivisto il sistema. Taormina soffre una sovreccitazione esagerata perché qui circolano troppi soldi e tutti pensano di fare i propri comodi e fregarsene delle regole e delle leggi”.

Difendere l’ospedale. “E’ importante fare una riflessione – continua Bolognari -. Siamo di fronte a un susseguirsi di minacce, atteggiamenti arroganti e poi aggressivi. Come detto questo problema è insito ormai ovunque ma a Taormina girano importanti flussi di denaro e la questione si amplifica. Ad ogni modo, per quanto riguarda l’aggressione perpetrata al primario del Pronto Soccorso, sono pronto a fare tutto ciò che sarà necessario porre in essere, insieme ai colleghi sindaci della zona, a tutela dell’ospedale di Taormina e della sicurezza sia del personale medico che dell’utenza”.

© Riproduzione Riservata

Commenti