Orlando Russo, il sindaco di Castelmola
Orlando Russo, sindaco di Castelmola

“Ci sono dei vigliacchi che stanno sporcando le contrade di Castelmola e Taormina. Denunceremo subito questi fatti inaccettabili. Siamo di fronte ad atti delinquenziali compiuti da persone verso le quali non avremo nessuna pietà”. Lo afferma il sindaco di Castelmola, Orlando Russo che così prende posizione sulle discariche a cielo aperto nelle contrade ed in particolare a Mastrissa, dove i residenti chiedono alle due Amministrazioni di garantire “decoro e vivibilità” in un territorio preso di mira dagli incivili che in diversi casi, a quanto pare, arrivano da altre zone per scaricare li la spazzatura e creano una grave condizione di inquinamento ambientale ed igienico sanitario.

Indicibile vergogna. “Insieme al collega sindaco di Taormina, Mario Bolognari – rende noto Russo – , ci recheremo dalle autorità preposte e sporgeremo denuncia affinché possano essere individuati e assicurati alla giustizia quei soggetti che vigliaccamente stanno riempiendo di spazzatura le nostre contrade. Sabato scorso abbiamo dovuto lavorare per ore, i due Comuni, per ripulire il territorio dai cumuli di spazzatura di ogni genere che aveva invaso le strade. Ci siamo trovati di fronte ad uno scenario terrificante, di indicibile vergogna, e vogliamo ringraziare sia gli operatori ecologici di Castelmola che il personale della ditta Onofaro, che svolge il servizio di nettezza urbana a Taormina, per aver ripulito strade che erano sommerse di rifiuti. C’era davvero di tutto”. Russo preannuncia un piano congiunto tra i Comuni di Castelmola e Taormina per dotare le aree in questione di “telecamere e foto-trappole” nel tentativo di rafforzare le misure di controllo del territorio contro l’abbandono di rifiuti senza alcun rispetto per le vigenti ordinanze.

La vergogna dei pneumatici. Il primo cittadino di Castelmola, in particolare, se la prende con i soggetti al momento ancora ignoti che hanno abbandonato per strada dei pneumatici e che hanno anche dato alcuni rifiuti alle fiamme: “Vogliamo che vengano individuati soprattutto quei delinquenti che hanno riempito le strade di gomme. Solo così si possono definire quelli che hanno fatto un atto del genere. Sabato scorso abbiamo fatto un miracolo nel ripulire le discariche che si erano create ma non possiamo permettere che quell’indecente scenario si ripeta nuovamente”.

© Riproduzione Riservata

Commenti