il presidente del Consorzio Rete Fognante, Mauro Passalacqua

Il depuratore di Giardini Naxos torna a preoccupare a seguito del sopralluogo effettuato agli impianti dall’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Sicilia e il timore adesso è quello di problemi in piena stagione turistica nelle zone di Taormina e Giardini, ma sull’argomento interviene il presidente del Consorzio Rete Fognante, Mauro Passalacqua che fa il punto e rassicura sulla situazione di queste ore.

Accorgimenti anti-emergenza. “Si era registrata una serie di guasti – spiega Passalacqua – e anche qualche stravaso dovuto anche a cause per altro in fase di accertamento, e che se verranno accertate avranno tutte le relative conseguenze del caso. Ad ogni modo al momento posso rassicurare che gli impianti hanno ripreso a funzionare regolarmente ed abbiamo effettuato una manutenzione straordinaria. Stiamo facendo tutto il possibile e stiamo prendendo i dovuti accorgimenti per impedire che possano verificarsi situazioni di emergenza nel periodo di luglio e agosto quando si verifica la maggiore pressione sugli impianti”.

Situazione al bivio. Si va verso una fase più che mai cruciale, nell’immediato ed in prospettiva, per la situazione della depurazione consortile che serve Taormina e Giardini, senza dimenticare l’altro depuratore, quello di Letojanni, interessa oltre a Letojanni anche la frazione taorminese di Mazzeo. L’Arpa ha eseguito un controllo il 21 giugno scorso e ha trasmesso le risultanze alla Capitaneria di Porto di Messina e al Dipartimento di Prevenzione Area Igiene Sanità pubblica dell’Asp.

© Riproduzione Riservata

Commenti