l'ex assessore Giuseppe Caltabiano e la vicepresidente del Consiglio, Alessandra Caltabiano

La Giunta Bolognari, dopo l’estate, potrebbe allargare i ranghi e avere un quinto assessore. Ad auspicare questa soluzione è il gruppo politico Caltabiano, del quale fanno parte il vicepresidente del Consiglio, Alessandra Caltabiano e l’ex assessore Giuseppe Caltabiano, che chiede alla maggioranza di “avviare un confronto programmatico per fare il punto sulla situazione amministrativa”.

L’ora della riflessione. “Dopo un anno di Amministrazione e di Consiglio comunale – spiega l’ex assessore al Bilancio, Giuseppe Caltabiano – a nostro avviso è arrivato il momento di fare una riflessione, a cui abbiamo chiamato tutte le componenti di maggioranza. Serve una riflessione collegiale per far il punto sulle criticità da affrontare, che i vari assessori hanno riscontrato, e così avviare una riprogrammazione delle priorità per la città. Ci siamo un po’ tutti resi conto delle cose che bisognerà fare nei prossimi mesi. C’è bisogno di un confronto sereno con tutte le componenti dell’aggregazione e il discorso dovrà riguardare anche la possibilità di nominare il quinto assessore. Alcune deleghe vanno ridistribuite”.

Le deleghe del sindaco. “Dobbiamo liberare il sindaco dalla gestione di alcune deleghe: il sindaco deve poter avere il ruolo di rappresentante della comunità e gli riconosciamo il fatto che con il suo impegno Taormina ha assunto, intanto, un ruolo di maggior peso nel comprensorio e in ambito regionale. Ora serve il quinto assessore al quale conferire delle deleghe significative. Urge intervenire sui regolamenti del Consiglio comunale e quindi sulla parte gestionale in modo da poter far svolgere a questo organo un ruolo più efficace, e chiarire i rapporti con l’opposizione, che deve fare la sua parte in senso critico ma anche dare un apporto costruttivo”.

Le priorità. “Chiediamo che a settembre – continua Caltabiano – ci sia questo incontro con il sindaco, con gli assessori ed i consiglieri e il coordinamento, con tutte le realtà che hanno contribuito al successo della lista alle Comunali 2018. I cittadini vogliono delle risposte su viabilità, bilanci, personale, spazi pubblici, Palacongressi e tutte quelle problematiche che ad oggi sono rimaste in fase di avvio e necessitano di una risoluzione. Stesso discorso su Asm e la situazione dei bilanci dell’azienda che è legata a quella della messa a norma dei bilanci comunali. Oggi la priorità è la votazione del bilancio 2018 e l’assessore Ferraro sta svolgendo un lavoro positivo e concreto. Una volta conclusa questa fase, si dovrà avviare la riflessione politica. Ad oggi non ci sono le condizioni per dover procedere ad un rimpasto ma si può rinforzare numericamente la squadra e dare maggiore concretezza amministrativa sia con la nomina del quinto assessore e anche mediante una ridistribuzione delle deleghe”.

© Riproduzione Riservata

Commenti