rifiuti abbandonati in strada

Mentre in città continuano i fermenti, le polemiche e il malcontento sul servizio di raccolta rifiuti porta a porta, il Comune di Taormina prova intanto a lanciare la cosiddetta “Operazione Città pulita”, con l’obiettivo di individuare e sanzionare, in termini sempre più stringenti, i trasgressori che conferiscono la spazzatura in orari e modalità che non rispettano la vigente ordinanza comunale. Si è svolta, a tal riguardo, una riunione operativa alla presenza del sindaco Mario Bolognari, il vicesindaco Enzo Scibilia, il Comandante della Polizia locale, Agostino Pappalardo e il vicecomandante della Polizia locale, Daniele Lo Presti. E proprio nelle ultime 24 ore la casa municipale ha reso noto che sono stati sanzionati 6 trasgressori, ciascuno dei quali multati con una sanzione da 400 euro. La Polizia locale ha individuato diversi casi di conferimento selvaggio dei rifiuti.

I luoghi dei misfatti. Le multe sono state inflitte dalla Polizia locale in diverse zone della città: in un caso di fronte all’ospedale San Vincenzo, in zona contrada Sirina, e poi in Corso Umberto, all’altezza di salita piazza Carmine, e poi in piazza Duomo, in Via Circonvallazione e in piazza San Domenico de Guzman. Tra le utenze sanzionate anche una struttura ricettiva ubicata nel cuore della città. Tra l’altro, sarebbero stati riscontrati, parallelamente all’attività di sanzionamento dei trasgressori, anche dei casi di utenze che risultavano non avere ritirato i mastelli per il porta a porta.

Caccia agli evasori. Si continuano a verificare, insomma, delle circostanze in cui il Comune si trova ad avere a che fare con soggetti che in non pochi caso non hanno il kit per la differenziata ed effettuano la raccolta rifiuti “nell’ombra”, in una situazione che per l’Amministrazione corrisponde spesso ad utenti che non avevano fatto le volture e non pagano le tasse. Di conseguenza si sta tentando così di intensificare la caccia agli evasori. Taormina dal 2020 porrà in vigore, per altro, la Tarip, la tariffa puntuale, che prevede il pagamento delle bollette con importi che saranno in linea con il quantum effettivo che verrà conferito, e in questo nuovo sistema ci potranno essere delle condizioni di premialità, con delle bollette meno onerose, per i cittadini che si dimostreranno più virtuosi nelle operazioni quotidiane di conferimento dei rifiuti porta a porta.

© Riproduzione Riservata

Commenti