il consigliere di opposizione Salvo Cilona

“Non si sa come e dove verranno reperiti a Taormina, adesso e in piena stagione turistica, i 200 posti auto che servono ma il fatto stesso che il sindaco abbia dato incarico ad Asm è la morte della politica”. Lo afferma il consigliere di opposizione Salvo Cilona, che non risparmia bordate all’Amministrazione a seguito della nota inviata dal sindaco Mario Bolognari al liquidatore di Asm, Agostino Pappalardo, nella quale chiede che vengano reperiti al più presto nuovi posti auto per esigenze di sicurezza in città in vista della fase centrale della stagione degli spettacoli, e dunque tra la fine di luglio e poi il mese di agosto. Per questo Asm ha avviato una procedura che punta, tramite manifestazione di interesse, ad individuare privati che siano disposti a mettere a disposizione spazi in grado di consentire un supporto aggiuntivo pari a circa 200 posti auto, ad integrazione dei 2 mila circa di cui già dispone la città con i posteggi comunali.

Bocelli come Sting. “Sorprende e lascia a dir poco perplessi – afferma Cilona – che il sindaco si sia rivolto ad Asm. Si tratta di uno “scaricabarile”, con Asm che viene utilizzata per quello che non vuole o non sa fare la Giunta. Così scompare la politica e vengono sconfitte le idee della politica, che dovrebbe farsi carico di affrontare queste emergenze. La realtà è quella di una città nel caos, dalla raccolta rifiuti alla viabilità. E questa emergenza parcheggi scaturisce ora dall’azione avviata lo scorso anno dal sindaco che mirava ad una riduzione del numero di spettacoli estivi in città: è difficile che si possa realizzare quanto ha scritto e dichiarato lui allora. Noi abbiamo sempre detto che dal 10 al 20 agosto non vanno fatti spettacoli perché la città non può sostenere questa pressione ma la riduzione degli spettacoli di cui si è vantata l’Amministrazione, alla fine non c’è stata. Gli eventi in programma in questa estate sono gli stessi di sempre. Il livello della qualità era alto già prima: quest’anno ci sarà Bocelli ma nel 2018 ci fu il concerto di Sting. A Taormina ci sono stati e ci saranno sempre artisti di grande spessore. Non c’è un cambiamento e non si comprende come farà Asm a trovare i 200 posti auto che occorrono per migliorare le condizioni di sicurezza sul territorio nelle serate dei grandi eventi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti