i partecipanti alla prima "Vivi Taormina"

Si è svolta domenica scorsa la prima edizione di “Vivi Taormina”, passeggiata culturale a scopo benefico organizzata dal Club per l’Unesco di Taormina-Valli d’Alcantara e d’Agro e dal Lions di Taormina con il patrocinio del Comune di Taormina. “Si è trattato di una passeggiata “particolare” lungo percorsi e luoghi sconosciuti alla maggior parte dei visitatori frettolosi che vedono Taormina”, ha evidenziato l’assessore alla Cultura Francesca Gullotta.

Il patrimonio della città. In questa iniziativa c’è anche una importante motivazione benefica con lo scopo di iniziare la raccolta fondi per il restauro della chiesa di San Pancrazio, la chiesa del santo patrono della città di Taormina, con tutto il suo patrimonio iconografico e simbolico, come rimarcato dai presidenti dei rispettivi club organizzatori, Giuseppe Tindaro Toscano e Daniela Randazzo. Erano presenti nell’occasione anche il presidente della Prima Commissione Consiliare di Taormina, Salvo Brocato e il consigliere comunale Manfredi Faraci.

Aiutare la chiesa del Santo Patrono. La passeggiata culturale si è snodata lungo un percorso alternativo che andava dal Duomo e la sua piazza dove si trova la chiesa madre della città, alla chiesa di San Michele, il ghetto, la chiesa del Carmine col suo putridarium, la chiesa di Sant’Agostino con la mostra degli incunaboli e cinquecentine, per concludersi alla chiesa di San Pancrazio. All’iniziativa delle scorse ore seguirà anche una raccolta che anche attraverso il web punterà a raggiungere nei prossimi mesi l’impegnativa somma di circa 40 mila euro necessaria per porre inizio alla riqualificazione dell’importante monumento ubicato nel cuore della capitale del turismo siciliano.

© Riproduzione Riservata

Commenti